MotoGP | Portimao, Libere 1: Quartararo beffa Bagnaia, Rossi ultimo

Il campione del mondo stacca il miglior tempo proprio all'ultimo giro, beffando per appena 45 millesimi il rivale della Ducati: tra i due quindi si potrebbe prospettare un grande duello. Terzo c'è Miller davanti alle Suzuki di Rins e Mir, mentre stupisce Marini con il sesto tempo. Morbidelli è nono, mentre Rossi si ritrova addirittura ultimo. Poco più avanti gli altri italiani.

MotoGP | Portimao, Libere 1: Quartararo beffa Bagnaia, Rossi ultimo

Ieri Pecco Bagnaia aveva chiesto un vero duello con Fabio Quartararo a queste ultime due gare della MotoGP 2021 e, stando almeno a quanto abbiamo visto nella prima sessione di prove libere del Gran Premio dell'Algarve, il pilota della Ducati potrebbe essere accontentato a Portimao.

Nonostante abbia conquistato il titolo due settimane fa a Misano, il francese della Yamaha non sembra avere intenzione di mollare per niente e infatti è stato il più veloce stamani. "El Diablo" ha fermato il cronometro sull'1'40"192 proprio sotto alla bandiera a scacchi, andando a beffare per appena 45 millesimi proprio il rivale della Ducati, protagonista di un ottimo turno, che ha comandato quasi per intero.

Per le Rosse è stata una buona sessione in generale, perché in terza posizione si è infilata l'altra Desmosedici GP di Jack Miller, staccato di 131 millesimi. Tra le sorprese di questa FP1 però c'è anche un ottimo Luca Marini, sesto a poco meno di mezzo secondo. E senza una piccola sbavatura nel finale il portacolori della Sky VR46 Avintia avrebbe potuto fare anche meglio.

Magari andando ad insidiare le due Suzuki di Alex Rins e Joan Mir che lo hanno preceduto in quarta e quinta posizione. Qui le GSX-RR saranno tra gli osservati speciali, perché non dobbiamo dimenticarci che nella gara di aprile Rins era stato l'unico capace di reggere il passo di Quartararo prima di cadere e che il campione del mondo uscente, oggi protagonista di un brivido con una brutta sbacchettata, era salito sul podio.

Dopo il suo primo podio con i colori Honda a Misano, Pol Espargaro ha iniziato il weekend di Portimao con il settimo tempo, staccato di poco meno di sei decimi. In casa HRC si sente l'assenza di Marc Marquez, fermato da una lieve commozione cerebrale rimediata in una caduta durante un allenamento di enduro: il suo sostituto Stefan Bradl, infatti, è solamente in 21esima posizione a 1"4.

Non se la sono cavata male però le due RC213V griffate LCR, con Alex Marquez e Takaaki Nakagami che occupano l'11° e la 12° posizione, quindi al momento sarebbero i primi degli esclusi dalla Q2. Positiva anche la mattinata dell'Aprilia, perché Maverick Vinales ed Aleix Espargaro si sono inferiti entrambi nella top 10, rispettivamente in ottava e decima posizione. Tra le altre cose, per il pilota di Roses si tratta della prima occasione per fare un confronto diretto tra la RS-GP e la M1, visto che ad inizio stagione qui aveva corso con la Yamaha.

Tra le due RS-GP troviamo proprio il suo erede nella squadra ufficiale della Casa di Iwata, ovvero Franco Morbidelli. Nelle prime fasi del turno si era affacciato addirittura nella top 5, poi è andato via via arretrando, ma non bisogna dimenticarsi che è ancora alle prese con il recupero dall'operazione al ginocchio che lo ha tenuto fermo per diversi mesi.

Per il momento sono parse piuttosto in difficoltà le KTM, nonostante lo scorso anno a vincere a Portimao fu Miguel Oliveira. La migliore delle RC16 è solamente in 14° posizione con Iker Lecuona, che è il primo tra i piloti distanziati di più di un secondo dalla vetta. Bisogna scendere fino alla 16° posizione per trovare invece quella di Danilo Petrucci, che precede un Jorge Martin molto prudente sulla pista su cui qualche mese fa aveva avuto un terribile incidente che aveva fatto nascere nella sua testa anche qualche dubbio sul proseguimento della sua carriera.

Attardate anche le due Yamaha Petronas, con Andrea Dovizioso che si ritrova 19° anche su una pista su cui Morbidelli era stato in grado di battagliare per il podio anche con la vecchia "Spec B". Addirittura ultimo Valentino Rossi, staccato di poco meno di 2": il "Dottore" vorrebbe chiudere la sua carriera attaccando la top 10, ma al momento pare molto lontano dal suo target.

In coda al gruppo, in 20° posizione, troviamo anche Enea Bastianini, reduce dal podio di Misano che lo ha portato in vetta alla classifica del Rookie of the Year. In ogni caso, non bisogna stupirsi troppo, perché il ducatista ormai ci ha abituati ad essere un po' "diesel" e a venire fuori alla distanza, dando il suo meglio soprattutto in gara.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 France Fabio Quartararo
Yamaha 21 1'40.192 164.995
2 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 22 1'40.237 0.045 0.045 164.921
3 Australia Jack Peter Miller
Ducati 19 1'40.323 0.131 0.086 164.779
4 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 20 1'40.551 0.359 0.228 164.406
5 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 19 1'40.689 0.497 0.138 164.180
6 Italy Luca Marini
Ducati 18 1'40.785 0.593 0.096 164.024
7 Spain Pol Espargaró Villà
Honda 19 1'40.795 0.603 0.010 164.008
8 Spain Maverick Ruiz Viñales
Aprilia 20 1'40.853 0.661 0.058 163.913
9 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 17 1'40.887 0.695 0.034 163.858
10 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 20 1'40.889 0.697 0.002 163.855
11 Spain Alex Marquez
Honda 22 1'40.948 0.756 0.059 163.759
12 Japan Takaaki Nakagami
Honda 19 1'40.995 0.803 0.047 163.683
13 France Johann Zarco
Ducati 20 1'41.084 0.892 0.089 163.539
14 Spain Iker Lecuona
KTM 22 1'41.199 1.007 0.115 163.353
15 South Africa Brad Binder
KTM 19 1'41.215 1.023 0.016 163.327
16 Italy Danilo Carlo Petrucci
KTM 18 1'41.296 1.104 0.081 163.196
17 Spain Jorge Martin
Ducati 19 1'41.348 1.156 0.052 163.113
18 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 19 1'41.375 1.183 0.027 163.069
19 Italy Andrea Dovizioso
Yamaha 20 1'41.392 1.200 0.017 163.042
20 Italy Enea Bastianini
Ducati 19 1'41.556 1.364 0.164 162.779
21 Germany Stefan Bradl
Honda 20 1'41.654 1.462 0.098 162.622
22 Italy Valentino Rossi
Yamaha 19 1'42.080 1.888 0.426 161.943
condividi
commenti
Bagnaia: "Vorrei fare un vero duello con Quartararo"
Articolo precedente

Bagnaia: "Vorrei fare un vero duello con Quartararo"

Articolo successivo

MotoGP | Honda non esclude l'assenza di Marquez anche a Valencia

MotoGP | Honda non esclude l'assenza di Marquez anche a Valencia
Carica i commenti