MotoGP | Portimao: Bagnaia si conferma nel Warm-Up

Il pilota della Ducati si è ripetuto dopo la pole position di ieri, ma nella sua scia di è rifatto sotto Quartararo, che oggi tenterà sicuramente la rimonta. Stupisce Lecuona, terzo con la KTM davanti alla Suzuki di Mir. Nella top 10 c'è anche Morbidelli, mentre gli altri italiani sono più attardati.

MotoGP | Portimao: Bagnaia si conferma nel Warm-Up

Se ci fossero ancora dei dubbi, Pecco Bagnaia ha confermato anche nel Warm-Up del Gran Premio dell'Algarve di MotoGP che oggi non sarà affatto facile portargli via la prima posizione. Dopo aver firmato la sua quinta pole position ieri, il piemontese ha infatti rimesso la sua Ducati davanti a tutti anche stamani.

Il ducatista, che vuole riscattare la delusione della caduta di Misano, ma anche aiutare la Casa di Borgo Panigale a portarsi a casa il titolo Costruttori, ha girato in 1'39"711 ed ha preceduto di 111 millesimi la Yamaha di Fabio Quartararo, che quindi sembra essere pronto a rimontare in gara dopo una qualifica al di sotto delle aspettative, conclusa solamente al settimo posto.

Entrambi hanno mostrato un passo molto simile, utilizzando una gomma soft all'anteriore ed una media al posteriore. Questa è stata la soluzione più gettonata dall'intera griglia, con solo poche eccezioni di gomme soft anche al posteriore e quella di Takaaki Nakagami, che ha montato la dura sulla sua Honda, staccando comunque un ottimo quinto tempo a 385 millesimi.

Leggi anche:

Alle spalle dei due grandi protagonisti del Mondiale, che sembrano davvero pronti per un duello da ricordare ora che i giochi ormai sono fatti, si è infilato un Iker Lecuona che rischia sempre di più di diventare un rimpianto per la KTM. Lo spagnolo è stato costantemente veloce in queste ultime uscite, nonostante il suo futuro sarà in SBK con la Honda.

Occhio poi a non sottovalutare anche Joan Mir, perché il pilota della Suzuki oggi prenderà il via dalla prima fila e stamani si è confermato quarto a poco più di tre decimi da Bagnaia. Buona anche la sessione del suo compagno di squadra Alex Rins, sesto alle spalle del già citato Nakagami.

Il primo tra i piloti che hanno lavorato con una coppia di gomme soft è Alex Marquez, settimo nonostante sia anche incappato in una scivolata alla curva 7. A parità di gomme, è stato di poco più veloce della RC213V ufficiale di Pol Espargaro, nono dietro alla Ducati di Jack Miller. A completare la top 10 troviamo poi la Yamaha di Franco Morbidelli, che però si ritrova già a pagare quasi sette decimi.

Poco più indietro, in 12° piazza, c'è la KTM di Danilo Petrucci, che ha ribadito il trend del weekend che vede le RC16 del team Tech3 davanti a quelle del Factory Team. Segue l'Aprilia di Aleix Espargaro, pure lui in pista con due gomme soft e vittima di una caduta, ma alla curva 13. Molto in difficoltà invece il suo compagno Maverick Vinales, ultimo a 1"5 con due soft.

Le due Ducati Avintia occupano invece la 14° e la 15° posizione con Luca Marini ed Enea Bastianini, entrambi distanziati di circa otto decimi dalla vetta. Più attardate le Yamaha Petronas, con Andrea Dovizioso 18° e Valentino Rossi 20°. Il "Dottore" ha dato la sensazione di aver fatto un passetto indietro rispetto a ieri, perché il distacco di 1"4 è abbastanza pesante.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 9 1'39.711 165.791
2 France Fabio Quartararo
Yamaha 12 1'39.822 0.111 0.111 165.606
3 Spain Iker Lecuona
KTM 12 1'39.968 0.257 0.146 165.364
4 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 12 1'40.026 0.315 0.058 165.269
5 Japan Takaaki Nakagami
Honda 11 1'40.096 0.385 0.070 165.153
6 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 11 1'40.230 0.519 0.134 164.932
7 Spain Alex Marquez
Honda 9 1'40.237 0.526 0.007 164.921
8 Australia Jack Peter Miller
Ducati 12 1'40.301 0.590 0.064 164.815
9 Spain Pol Espargaró Villà
Honda 11 1'40.321 0.610 0.020 164.783
10 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 11 1'40.378 0.667 0.057 164.689
11 France Johann Zarco
Ducati 12 1'40.379 0.668 0.001 164.687
12 Italy Danilo Carlo Petrucci
KTM 12 1'40.393 0.682 0.014 164.664
13 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 7 1'40.478 0.767 0.085 164.525
14 Italy Luca Marini
Ducati 12 1'40.521 0.810 0.043 164.455
15 Italy Enea Bastianini
Ducati 12 1'40.576 0.865 0.055 164.365
16 South Africa Brad Binder
KTM 12 1'40.602 0.891 0.026 164.322
17 Spain Jorge Martin
Ducati 10 1'40.812 1.101 0.210 163.980
18 Italy Andrea Dovizioso
Yamaha 12 1'40.952 1.241 0.140 163.753
19 Germany Stefan Bradl
Honda 12 1'41.011 1.300 0.059 163.657
20 Italy Valentino Rossi
Yamaha 12 1'41.147 1.436 0.136 163.437
21 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 12 1'41.164 1.453 0.017 163.409
22 Spain Maverick Ruiz Viñales
Aprilia 12 1'41.247 1.536 0.083 163.275
condividi
commenti
Miller: “Tutti parlano di Pecco, ma nel 2022 ci sarò anche io”
Articolo precedente

Miller: “Tutti parlano di Pecco, ma nel 2022 ci sarò anche io”

Articolo successivo

MotoGP | La griglia di partenza del GP dell'Algarve

MotoGP | La griglia di partenza del GP dell'Algarve
Carica i commenti