MotoGP, Portimao: Bagnaia penalizzato, pole a Quartararo

Ci sarà sicuramente da discutere al termine delle qualifiche del Gran Premio del Portogallo, con Pecco Bagnaia che si è visto portare via una pole position strepitosa a causa delle bandiere gialle dovute alla caduta di Miguel Oliveira, avvenuta proprio davanti a lui.

Il pilota della Ducati era riuscito a scendere addirittura fino a 1'38"4, polverizzando il record della pista di Portimao, ma la direzione gara è stata inflessibile. Tra le altre cose, il piemontese è stato sfortunatissimo, perché anche nel suo primo tentativo si era visto cancellare il tempo per la caduta davanti a lui di Johann Zarco: questo vuol dire che dovrà addirittura scattare dall'11esima casella dello schieramento e che per lui si mette in salita un weekend in cui sembrava poter avere ottime chance di vittoria.

Ad approfittarne è stato quindi Fabio Quartararo, che si è visto servire sul piatto d'argento la pole position, nonostante con la sua Yamaha sia stato più lento di oltre tre decimi rispetto a Bagnaia, fermando il cronometro su un tempo di 1'38"862.

Con la penalità di Bagnaia, guadagnano quindi tutti una posizione e a completare la prima fila saranno la Suzuki di Alex Rins e l'altra Ducati di Johann Zarco, che sono stati gli unici altri piloti capaci di infrangere il muro dell'1'39", con lo spagnolo che ha in un certo senso stupito ed il leader del Mondiale che invece ha tenuto alto il vessillo della Ducati dopo la beffa di Pecco.

C'è una Ducati anche ad aprire la seconda fila e si tratta di quella di Jack Miller, accreditato del quarto tempo a meno di due decimi dalla pole. Dopo le difficoltà del Qatar, si rivede poi nelle posizioni che contano anche Franco Morbidelli, quinto con la sua Yamaha Petronas a poco più di due decimi.

Il ritorno di Marc Marquez per ora vale una promozione a pieni voti. Dopo nove mesi a fare da spettatore, l'otto volte campione del mondo è riuscito ad inserirsi in seconda fila, nonostante nella Q2 fosse un po' in debito di forze e di gomme e quindi sia stato obbligato a fare un solo tentativo. Va sottolineato però che la sua è l'unica Honda entrata in Q2.

Continua a confermarsi competitiva l'Aprilia, che con Aleix Espargaro si è arrampicata fino alla settima posizione, ma la grande sorpresa di queste qualifiche è senza ombra di dubbio Luca Marini: alla prima Q2 in carriera, il pilota della Sky VR46 Avintia è stato capace di piazzare la sua Ducati in ottava posizione, proprio davanti alla Suzuki del campione del mondo in carica Joan Mir, che ha faticato dopo aver passato il taglio della Q2.

Complice la caduta, Miguel Oliveira non è riuscito a fare meglio del decimo tempo e quindi la KTM continua a faticare anche su una pista sulla carta amica, dove solo a novembre aveva dominato. Detto dell'11esimo tempo di Bagnaia, è stato altrettanto sfortunato pure Maverick Vinales, che tra track limits e bandiere gialle si è visto cancellare tutti i giri migliori e quindi scatterà 12esimo.

I primi esclusi al termine della Q1 sono proprio i compagni di marchio di Marc Marquez, con il fratello Alex che è rimasto fuori per 228 millesimi e sarà costretto a prendere il via dalla 13esima casella dello schieramento di partenza, giusto davanti alla RC213V griffata Repsol di Pol Espargaro, protagonista anche di un highside all'ultima curva spettacolare, ma fortunatamente senza conseguenze durante la FP4.

La quinta fila si completa con la KTM di Brad Binder, mentre la sesta sarà composta tutta da piloti italiani, anche se la cosa curiosa è che il più giovane ha messo in fila i veterani: Enea Bastianini andrà a schierare la sua Ducati della Avintia Esponsorama in 16esima piazza, davanti ad un Valentino Rossi che continua a non trovare il bandolo della matassa per essere competitivo in sella alla Yamaha Petronas.

Discorso che vale anche per Danilo Petrucci, che su una pista che aveva visto la KTM trionfare lo scorso anno aveva sicuramente aspettative più alte del 18esimo posto in griglia portato a casa oggi. 20esimo posto poi per l'Aprilia di Lorenzo Savadori, che si è inchinato anche all'altra KTM Tech 3 di Iker Lecuona.

Ha rinunciato alle qualifiche Takaaki Nakagami, che nonostante l'uso degli antidolorifici è ancora molto dolorante alla clavicola destra, seppur non fratturata, dopo la brutta caduta di cui era stato vittima ieri. A questo punto bisognerà vedere se domani sarà in grado di salire sulla sua RC213V e in questo caso scatterà dal fondo del gruppo.

Non ci sarà sicuramente invece Jorge Martin, dichiarato unfit dopo il terribile incidente di cui è stato protagonista nella FP3. Il pilota della Ducati Pramac, che ha riportato un lieve trauma cranico, passerà la notte in osservazione all'ospedale di Faro, dove gli sono state diagnosticate la frattura del primo metacarpo della mano destra e quella del malleolo destro, che dovranno essere trattate chirurgicamente una volta che avrà fatto ritorno in Spagna.

Classifica Q2

Cla Pilota moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 France Fabio Quartararo
7 1'38.862 170.565
2 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
7 1'38.951 0.089 0.089 170.411
3 France Johann Zarco
6 1'38.991 0.129 0.040 170.342
4 Australia Jack Peter Miller
8 1'39.061 0.199 0.070 170.222
5 Italy Franco Morbidelli
7 1'39.103 0.241 0.042 170.150
6 Spain Marc Márquez Alentà
3 1'39.121 0.259 0.018 170.119
7 Spain Aleix Espargaró Villà
7 1'39.169 0.307 0.048 170.037
8 Italy Luca Marini
8 1'39.386 0.524 0.217 169.665
9 Spain Joan Mir Mayrata
8 1'39.398 0.536 0.012 169.645
10 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
6 1'39.445 0.583 0.047 169.565
11 Italy Francesco Bagnaia
8 1'39.482 0.620 0.037 169.502
12 Spain Maverick Ruiz Viñales
7 1'39.807 0.945 0.325 168.950

Classifica Q1

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Marc Márquez Alentà
Honda 8 1'39.253 169.893
2 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 8 1'39.302 0.049 0.049 169.809
3 Spain Alex Marquez
Honda 8 1'39.530 0.277 0.228 169.420
4 Spain Pol Espargaró Villà
Honda 8 1'39.710 0.457 0.180 169.114
5 South Africa Brad Binder
KTM 8 1'39.776 0.523 0.066 169.002
6 Italy Enea Bastianini
Ducati 8 1'39.855 0.602 0.079 168.868
7 Italy Valentino Rossi
Yamaha 8 1'39.943 0.690 0.088 168.720
8 Italy Danilo Carlo Petrucci
KTM 8 1'40.202 0.949 0.259 168.284
9 Spain Iker Lecuona
KTM 8 1'40.408 1.155 0.206 167.938
10 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 8 1'40.444 1.191 0.036 167.878
11 Japan Takaaki Nakagami
Honda 0
condividi
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: FP4 e Qualifiche
Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio del Portogallo: FP4 e Qualifiche

Articolo successivo

Bagnaia: "La bandiera gialla era impossibile da vedere"

Bagnaia: "La bandiera gialla era impossibile da vedere"
Carica i commenti