Pol Espargaro non dovrà operarsi al piede sinistro

Pol Espargaro non dovrà operarsi al piede sinistro

Gli accertamenti effettuati oggi a Barcellona hanno escluso la necessità di un intervento chirurgico

Pol Espargaro può tirare un sospiro di sollievo: non dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico per curare la frattura del secondo metatarso del piede sinistro rimediata sabato scorso a Sepang.

Nonostante il forte dolore, il pilota della Yamaha Tech 3 è sceso in pista nella gara di domenica, conquistando un insperato sesto posto finale. Oggi si è invece recato all'Ospedale Universitario Quiron Dexeus di Barcellona per una visita di controllo, che ha confermato che l'aver partecipato al Gp della Malesia non ha peggiorato le condizioni della frattura.

"Avevo giá visto di cosa si trattava in Malesia, vi era infatti uno spostamento laterale, e fortunatamente non uno in avanti o indietro" ha detto il dottor Xavier Mir, che lo aveva già visitato anche a Sepang insieme al dottor Michele Zasa della Clinica Mobile.

"Abbiamo ripetuto la radiografia qui a Barcellona, dopo che Pol ha disputato una gara epica, concludendo al sesto posto. Ancora adesso non reiesco a capire come abbia fatto a sopportare il dolore, ma abbiamo constatato che la frattura non si è mossa. E' ancora nella posizione corretta e questo fa escludere ogni intervento chirurgico" ha aggiunto.

Per un recupero completo si parla di un periodo di quattro settimane, ma nel frattempo "Polyccio" dovrà sottoporsi a delle sedute di terapie volte proprio a ridurre l'infiammazione. Prima della partenza per Valencia comunque ci sarà anche una nuova radiografia di controllo, anche se la sua presenza in pista non appare in dubbio.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Pol Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie