MotoGP, Phillip Island, Libere 3: Marquez al top in una sessione molto lenta

condividi
commenti
MotoGP, Phillip Island, Libere 3: Marquez al top in una sessione molto lenta
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
27 ott 2018, 01:58

Il pilota della Honda scivola anche alla curva 4, ma è tra i pochi a migliorare il crono di ieri e precede Vinales e Miller. Valentino chiude quinto e Dovizioso decimo, ma i piloti in Q2 rimangono invariati rispetto a ieri.

La pioggia caduta in mattinata, ma soprattutto il forte vento che soffia su Phillip Island, hanno reso il tracciato australiano particolarmente lento nel corso della terza sessione di prove libere della MotoGP, lasciando quindi invariato rispetto a ieri il quadro dei dieci piloti che avranno accesso diretto alla Q2 di oggi pomeriggio.

Il più veloce è stato Marc Marquez, che con il suo 1'29"714 è stato uno dei pochi capaci di migliorare il crono ottenuto ieri in questa FP3, nonostante sia incappato nella seconda scivolata del weekend, quando ha perso l'anteriore della sua Honda alla curva 4, se non altro in uno dei punti più lenti del tracciato.

Alle sue spalle si è confermato competitivo Maverick Vinales, che con una gomma dura sul posteriore della sua Yamaha è riuscito a girare in 1'29"756, quindi a chiudere a soli 42 millesimi da Marquez. Anche lui quindi fa parte dell'elenco dei piloti che oggi pomeriggio saranno in Q2.

Stesso discorso che vale anche per Jack Miller, accreditato del terzo tempo, 36 millesimi più indietro con la Ducati del Pramac Racing, ma soprattutto per Andrea Iannone: stamattina il pilota della Suzuki si è fermato a 1'29"867, ma l'1'29"131 che aveva firmato nella FP1 di ieri lo tiene saldamente in vetta alla classifica combinata.  

Leggi anche:

Rispetto a ieri ha migliorato la posizione e di poco anche il proprio tempo Valentino Rossi. Il "Dottore" ha portato la sua Yamaha in quinta piazza in questa FP3, ma il suo 1'29"974 non è certamente un crono che resterà negli annali, anche se gli è valso il nono posto nella cumulativa.

In sesta e settima posizione troviamo invece due piloti che dovranno passare dalla Q1, ovvero Pol Espargaro e Dani Pedrosa, che dall'anno prossimo lavoreranno insieme alla KTM, anche se il secondo vestirà solamente i panni del collaudatore. Ottavo c'è poi Johann Zarco, che però si è guadagnato il pass per la Q2 con il crono di ieri.

Stamattina sono un po' mancate all'appello le due Ducati ufficiali, che si sono dovute accontentare del nono e del decimo tempo con Alvaro Bautista ed Andrea Dovizioso. Se l'italiano però è in Q2 grazie al crono di ieri, il pilota spagnolo dovrà provare a guadagnarsela passando dalla Q1.

Pur essendo rimasti attardati questa mattina, Alex Rins (13esimo), Danilo Petrucci (17esimo) ed Hafizh Syahrin (19esimo) completano il quadro dei piloti che hanno accesso diretto alla Q2. Il malese della Yamaha Tech 3 si è anche reso protagonista di una caduta ad altissima velocità alla curva 1, che aveva creato un po' di apprensione.

"Pescao" era parso piuttosto dolorante alla mano sinistra ed è stato anche portato al Centro Medico, dove però gli accertamenti hanno escluso fratture. Dunque, è stato dichiarato "fit" e dovrebbe continuare regolarmente il suo weekend. L'elenco delle cadute odierne poi contempla anche quelle di Jordi Torres alla curva 8 e di Bradley Smith alla curva 10, anche queste senza conseguenze. 

 

Classifica FP3 (non cumulativa)

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 22 1'29.714     178.487 340
2 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 22 1'29.756 0.042 0.042 178.403 337
3 43 Australia Jack Miller Ducati 20 1'29.792 0.078 0.036 178.332 336
4 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 20 1'29.867 0.153 0.075 178.183 336
5 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 21 1'29.974 0.260 0.107 177.971 334
6 44 Spain Pol Espargaro KTM 22 1'30.221 0.507 0.247 177.484 336
7 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 20 1'30.259 0.545 0.038 177.409 327
8 5 France Johann Zarco Yamaha 18 1'30.296 0.582 0.037 177.336 334
9 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 22 1'30.485 0.771 0.189 176.966 338
10 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 20 1'30.580 0.866 0.095 176.780 338
11 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 19 1'30.720 1.006 0.140 176.507 332
12 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 17 1'30.724 1.010 0.004 176.500 332
13 42 Spain Alex Rins Suzuki 22 1'30.830 1.116 0.106 176.294 334
14 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 21 1'30.846 1.132 0.016 176.263 332
15 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 20 1'30.973 1.259 0.127 176.017 333
16 21 Italy Franco Morbidelli Honda 19 1'31.047 1.333 0.074 175.873 329
17 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 19 1'31.205 1.491 0.158 175.569 336
18 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 20 1'31.320 1.606 0.115 175.348 330
19 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 7 1'31.655 1.941 0.335 174.707 333
20 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 13 1'31.860 2.146 0.205 174.317 332
21 81 Spain Jordi Torres Ducati 15 1'32.045 2.331 0.185 173.967 335
22 7 Australia Mike Jones Ducati 22 1'32.988 3.274 0.943 172.202 334
23 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 11 1'33.139 3.425 0.151 171.923 326
Articolo successivo
Kork Ballington è entrato tra le MotoGP Legends in Australia

Articolo precedente

Kork Ballington è entrato tra le MotoGP Legends in Australia

Articolo successivo

GP d'Australia LIVE, Prove Libere 4

GP d'Australia LIVE, Prove Libere 4
Carica i commenti