Smith: "Ho capito di essere terzo solo dopo l'arrivo"

Il britannico della Yamaha Tech 3 ha festeggiato il suo primo podio in MotoGp a Phillip Island

Smith:

La gara ad eliminazione di Phillip Island ha regalato a Bradley Smith la gioia del suo primo podio in MotoGp. Approfittando delle cadute nel finale della Ducati di Cal Crutchlow e del compagno di squadra Pol Espargaro, il portacolori del Team Tech 3 ha infatti regalato alla Yamaha una bellissima tripletta, chiudendo alle spalle delle due M1 ufficiali di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo.

E dire che il britannico all'inizio non era neanche troppo soddisfatto della sua corsa odierna: "E' una bellissima sensazione, anche se all'inizio non ero felicissimo di come stava andando la mia gara, perché ho fatto degli errori e perso diverse posizioni. Poi ho iniziato a calmarmi ed ho ritrovato il ritmo giusto, avvicinandomi alle posizioni di vertice, anche se è stata una grandissima sorpresa ritrovarmi sul podio. Per questo voglio dire davvero grazie a tutto il team".

La cosa più bella però è che Bradley non si era neppure accorto subito di essere arrivato terzo: "Me ne sono reso conto solamente dopo la bandiera a scacchi, perché ho visto tutto il mio team che esultava al muretto. Pensavo di essere quarto, poi ho visto in uno schermo gigante che ero terzo ed è stata un'emozione stupenda. Probabilmente è meglio che non me ne sia reso conto prima, perché forse mi sarei agitato troppo".

Ora l'obiettivo è provare a battere i fratelli Espargaro nella lotta per il sesto posto nel Mondiale: "Stiamo chiudendo un pochino il gap che ci separa da quelli che ci precedono in classifica, ora se non sbagli sono a 9 punti da Aleix Espargaro e ad 8 da Pol. Quindi staremo a vedere chi la spunterà nella lotta per il sesto posto finale".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie