Mugello, Q1: Bautista ed Espargaro entrano in Q2

Mugello, Q1: Bautista ed Espargaro entrano in Q2

Pronostici rispettati nel primo segmento della qualifica, anche se Yonny Hernandez ha stupito

Vista la presenza di due piloti del calibro di Alvaro Bautista ed Aleix Espargaro sembrava quasi scontato l'esito della Q1 della tappa del Mugello e i due spagnoli non hanno deluso le aspettative, anche se si sono dovuti sudare il passaggio alla Q2, soprattutto dopo essere caduti entrambi nelle Libere 4. Il portacolori del Team Gresini è tornato in pista anche nel finale con la sua Honda RC213V per realizzare un tempo di 1'48"312 che lo ha messo al sicuro, saltando davanti alla Forward Yamaha "Open" del connazionale di circa un paio di decimi. A rendere nervosi i primi due è stato soprattutto Yonny Hernandez, che con la sua Ducati è sceso fino a 1'48"722, un tempo che non aveva mai avvicinato nel resto del weekend, venendo eliminato per soli 142 millesimi. Il colombiano invece dovrà accontentarsi di dividere la quinta fila con la Honda RCV1000R di Scott Redding e con l'altra GP14 di Michele Pirro, che si sono avvicinati molto a lui. Scatterà in coda al gruppo invece Michel Fabrizio, arrivato al Mugello per sostituire l'infortunato Danilo Petrucci in sella alla ART-Aprilia della Iodaracing. Il romano, che non saliva su una MotoGp da anni, è lontanissimo dagli altri, avendo pagato ben 2" rispetto al penultimo.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Alvaro Bautista , Aleix Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie