Mugello, Libere 2: la pioggia regala una gioia a Pirro

Mugello, Libere 2: la pioggia regala una gioia a Pirro

Sessione quasi inutile con solo quattro piloti con un tempo: non c'era abbastanza bagnato per le rain

La pioggia è stata purtroppo la grande protagonista della seconda sessione di prove libere del Gp d'Italia di MotoGp, negando agli spettatori presenti sulle tribune lo spettacolo che avrebbero meritato. Siamo alle solite: bastano due gocce per fare in modo che i piloti passino praticamente tutta la durata della sessione ai box, non avendo a disposizione le gomme intemedie. Quella che ha colpito il Mugello è stata infatti un pioggerella molto debole, che ha creato le condizioni che odiano tutti i piloti delle due ruote: l'asfalto, infatti, non era abbastanza bagnato per le gomme rain, ma neanche abbastanza asciutto da permettere di sfruttare le slick. La maggior parte dei piloti ha fatto solamente un giro per rodare i freni e la gomma da bagnato qualora dovesse servire, ma nel finale c'è stato qualcuno che ha messo a referto un tempo, anche se parliamo di appena quattro piloti. Il più veloce è stato Michele Pirro, che con la sua Ducati però ha girato in 2'05"435, un riferimento più lento di oltre 16" rispetto a quello fatto registrare stamani da Marc Marquez. E attenzione che le previsioni parlano di possibile pioggia anche per domani mattina, quindi le Libere 1 rischiano di essere decisive per il passaggio in Q2. Se fosse effettivamente così, a farne le spese sarebbe Dani Pedrosa, che questa mattina non è riuscito a fare meglio del'11esimo tempo ed al momento quindi è fuori dalla top ten nella classifica cumulativa.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Michele Pirro
Articolo di tipo Ultime notizie