Valentino ora teme Lorenzo per il secondo posto

Valentino ora teme Lorenzo per il secondo posto

Il "Dottore" è soddisfatto per la sua gara di Motegi, ma gli pesa aver perso i duelli con Jorge e Marquez

Il decimo podio stagionale arrivato a Motegi ha regalato emozioni contrastanti a Valentino Rossi. Da una parte c'è la felicità per essere riuscito a tenere un ritmo davvero veloce e costante praticamente per tutta la durata della gara, ma dall'altra anche un pizzico di rammarico per essersi dovuto arrendere alla seconda vittoria consecutiva della Yamaha gemella di Jorge Lorenzo.

Sono queste le prime considerazioni da cui parte infatti il pesarese dopo il Gp del Giappone: "Da una parte sono contento, perché penso che questa sia stata la gara di più alto livello della stagione. Abbiamo sempre girato sul passo dell'1'45"5, che è un tempo da record qui a Motegi che resisteva da un paio d'anni. Siamo andati molto forte fino alla fine, quindi vuol dire che abbiamo fatto un bel lavoro con la squadra, arrivando vicini a Lorenzo e Marquez. Dall'altra parte però mi dispiace molto perché Jorge è stato più bravo ed ha vinto la seconda gara di fila".

L'altra delusione è legata al non essere riuscito a negare a Marc Marquez la possibilità di laurearsi campione del mondo con tre gare d'anticipo. Per farlo avrebbe dovuto batterlo nel duello per il secondo posto, ma alla fine si è dovuto accontentare del terzo posto. Sportivamente però il "Dottore" ha fatto anche i complimenti al rivale della Honda.

"Mi dispiace non essere riuscito ad arrivare davanti a Marc per tenere il Mondiale ancora aperto. Sarebbe cambiato poco, ma credo che sarebbe stato più bello. La "festa" invece è finita. Alla fine ho provato a rifarmi sotto, ma quando ha visto che mi sono avvicinato ha tirato fuori quello che aveva ancora nel taschino. Bisogna dire che però si è meritato il Mondiale, quindi complimenti al campione" ha aggiunto.

Ora la lotta per la piazza d'onore nel Mondiale è davvero serratissima, con lui, Pedrosa e Lorenzo tutti racchiusi in appena tre punti. Il 9 volte iridato sembra temere soprattutto il compagno di box: "Sono abbastanza preoccupato soprattutto da Jorge, che nelle ultime gare sta andando davvero molto forte. Ha recuperato tanto anche per il mio zero ad Aragon ed ora siamo tutti lì: io ho gli stessi punti di Pedrosa e lui è solo tre punti più indietro. Sarà difficile tenerli dietro nelle prossime gare, perché sono entrambi molto in forma, però anche noi non siamo messi male, quindi dovremmo cercare di fare il massimo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie