I piloti si lamentano del "flag to flag" in caso di pioggia

Lo rivela Valentino, ne discuteranno domani. Il pesarese spiega poi di essersi rotto anche un dito ad Aragon

I piloti si lamentano del

Subito dopo la conferenza stampa del Gp del Giappone di MotoGp Valentino Rossi si è intrattenuto ai microfoni di SkyMotoGpHD, facendo il punto sulle sue condizioni fisiche dopo l'incidente di Aragon, ma anche sulla possibilita di fermare la gara di Motegi nel caso in cui domenica dovesse arrivare l'atteso tifone Vonfong.

Sulle sue condizioni, il "Dottore" ha rivelato di stare bene, ma anche di essersi rotto un dito: "Sto bene, è tutto a posto, sono stato a casa, tranquillo. Purtroppo nella caduta mi sono rotto un dito e questo è un bel problema perché non mi dà fastidio per la vita normale, ma per guidare la moto… ho provato martedì con una moto da strada, ma mi fa malissimo. C’è una piccola frattura, speriamo che non mi dia troppo fastidio per frenare con la MotoGp, perché questo dito (l’indice destro, ndr) è molto importante per frenare".

Molti colleghi si sono lamentati del "flag to flag", ecco cosa ne pensa il pesarese: "Ho sentito, ne parleremo domani, che i piloti si sono un po’ lamentati di questo flag to flag. In effetti è un po’ pericoloso, soprattutto perché spesso devi rimanere in pista con le slick sul bagnato e le nostre moto per quello sono pericolose. Ma diciamo che il flag to flag è una soluzione a un problema, cioè di non fermare la gara in caso di pioggia. Sicuramente, se la gara si fermasse sarebbe meno pericoloso, bisognerebbe fermarsi, domani ne parleremo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie