Marquez surclassa tutti e si prende la pole di Le Mans

Marquez surclassa tutti e si prende la pole di Le Mans

Il pilota della Honda rifila mezzo secondo a Dovizioso e Lorenzo, mentre Rossi è settimo ad oltre un secondo

Sembrava quasi in difficoltà in questo fine settimana del Gp di Francia, ma quando ha cominciato a contare Marc Marquez è tornato ad essere il solito animale da qualifica, tirando fuori dal cilindro la terza pole position stagionale con un giro davvero clamoroso.

Nonostante la pioggia caduta meno di due ore fare, con tanto di FP4 disputata sul bagnato, il pilota della Honda è riuscito a trovare finalmente un grande feeling con la sua RC213V nella Q2, arrivando a girare ad un paio di decimi dalla pole dello scorso anno con un 1'32"246.

Un crono che gli ha permesso di distanziare di oltre mezzo secondo il diretto inseguitore, che è stato Andrea Dovizioso. Il ducatista ha sfruttato la gomma extra-soft per scalare la classifica, ma in ottica gara probabilmente dispone di un passo interessante. Stesso discorso che vale anche per Jorge Lorenzo, che con la sua Yamaha completa una prima fila che vede presenti le moto di tre marchi diversi.

Ad aprire la seconda fila c'è la Honda del Team LCR affidata a Cal Crutchlow, che proprio all'ultimo giro è arrivato a sfiorare un posto nella prima linea della griglia, riuscendo almeno a portare via la quarta posizione ad un Andrea Iannone che ha realizzato il suo tempo alla prima uscita, sfruttando la scia di Marc Marquez. Se si considerano i problemi alla spalla sublussata di fresco, il quinto tempo è molto buono per il ducatista.

Dopo essere stato il più veloce nella giornata di ieri, Bradley Smith è riuscito a dare seguito a quell'ottimo lavoro, piazzando in seconda fila la Yamaha del Team Tech 3 nella gara di casa della sua squadra. Un risultato prezioso, soprattutto se si pensa che dietro di lui c'è la M1 ufficiale di un Valentino Rossi decisamente in ombra: il "Dottore" è stato costantemente nella seconda metà della classifica della Q2 e alla fine si è piazzato settimo ad oltre un secondo dalla pole.

Ricomincia dall'ottavo posto in griglia l'avventura in MotoGp di Dani Pedrosa. Ieri lo spagnolo ha detto di averci messo un po' a ritrovare gli automatismi dopo quasi due mesi di stop ed oggi si è visto, perché si è visto rifilare 1"1 dalla RC213V gemella di Marquez.

Dopo aver staccato il miglior tempo nella Q1, Danilo Petrucci ha piazzato la sua Ducati Pramac a completare la terza fila in nona posizione, giusto davanti alla Suzuki di Aleix Espargaro, promossa insieme a lui dal primo segmento. Un risultato importante per lo spagnolo, se si pensa che è ancora acciaccato dopo la brutta caduta di questa mattina.

Il quadro delle prime quattro file si chiude con Yonny Hernandez e Pol Espargaro, mentre ad aprire la quinta ci sarà la seconda GSX-RR di Maverick Vinales, esclusa dalla Q2 per appena 32 millesimi. Peccato anche per Nicky Hayden, poleman tra le "Open", rimasto fuori davvero per un soffio.

Decisamente negativa invece la qualifica delle due Aprilia RS-GP, che scatteranno rispettivamente dalla 23esima e dalla 25esima posizione con Alvaro Bautista e Marco Melandri: il ravennate è nuovamente in crisi profonda, perché ha pagato 2" sul compagno.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie