Bradl-Forward: mancano solo i dettagli per la firma

Bradl-Forward: mancano solo i dettagli per la firma

La conferma arriva dallo stesso pilota tedesco: l'annuncio potrebbe già arrivare ad Indianapolis

Confermando l'offerta a Cal Crutchlow, Lucio Cecchinello ha indirettamente dando un'altra notizia di mercato piloti, anticipando il passaggio di Stefan Bradl al Forward Racing, squadra in cui il tedesco andrà a prendere il posto del partente Aleix Espargaro, dato come prossimo a diventare un pilota ufficiale della Suzuki.

Giovanni Cuzari non ha mai nascosto il suo interesse per l'ex campione del mondo della Moto2, che a SpeedWeek ha confermato che la trattativa ormai è molto avanzata, ma che per il momento non ha ancora firmato. Ipotizzare un annuncio la settimana prossima ad Indianapolis è tutt'altro che fantascienza comunque.

"Non voglio anticipare troppo, perché non ho ancora firmato un contratto. Non abbiamo bisogno di parlarne ancora troppo comunque, siamo molto vicini alla firma. Dobbiamo chiarire solo pochi dettagli, sulle questioni fondamentali abbiamo già trovato un punto di accordo" ha detto Bradl.

Stefan poi ha spiegato anche i motivi che lo hanno portato a guardarsi intorno, nonostante l'ottimo rapporto con Cecchinello e la sua squadra: "Ho capito di non essere più il benvenuto in HRC. Siamo arrivati al Sachsenring e non c'era più alcuna informazione sul mio futuro. Zero. A quel punto ho capito che era il caso di iniziare a pensare al piano B ed al piano C".

Subito dopo il Gp di Germania quindi ha fatto visita alla struttura del Forward Racing: "Cuzari avrebbe voluto incontrarmi al Sachsenring, ma io ho preferito non farmi distrarre, perché volevo provare a salire sul podio. La settimana successiva sono quindi andato a Lugano per conoscere la squadra e devo dire che il primo contatto con l'ambiente del Forward Racing mi ha dato una sensazione molto positiva".

Inoltre, non bisogna dimenticare che la Forward Yamaha si è dimostrata una moto competitiva, oltre a poter disporre dei vantaggi del regolamento "Open": "Se si guarda a ciò che ha fatto Aleix Espargaro con questa moto, non ci sono dubbi sul fatto che si tratti di un pacchetto competitivo. Sicuramente il motore della M1 è di grande aiuto, inoltre ci sono sia il telaio della M1 che quello più evoluto costruito da Forward su cui lavorare".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Stefan Bradl
Articolo di tipo Ultime notizie