Espargaro: "Meglio rispetto ai test anche con la dura"

Il pilota della Suzuki si è issato terzo con la soft, ma è ottimista anche per quanto riguarda il passo gara

Espargaro:

Aleix Espargaro è stato senza dubbio una delle belle sorprese della prima giornata di prove del Gp del Qatar. E' vero che montato la gomma soft al posteriore, ma anche in queste condizioni era difficile immaginare che lo spagnolo potesse issare la Suzuki GSX-RR addirittura al terzo posto nella FP1 di Losail.

Anche perché la moto si è comportata bene anche con la dura: "Sono contento, perché iniziare il Mondiale così è sempre bello. Ero un po' nervoso, perché è una stagione importante per me ed ho più responsabilità rispetto al passato. Mi sono trovato molto bene con la moto, meglio rispetto all'ultimo giorno di test anche con la gomma dura al posteriore".

Il miglioramento è arrivato con la soft, ma per la gara bisogna lavorare con la dura: "Nell'ultima parte sono riuscito a fare un bel giro con la soft e sono salito terzo. Su questa pista comunque è impensabile correre con la morbida, perché si distrugge dopo un giro, ma siamo stati tra i primi otto anche con la gomma dura, quindi sono abbastanza ottimista".

Il gap pesante relativo alla velocità di punta della GSX-RR non sembra preoccuparlo troppo: "Vedendo la classifica delle velocità siamo quasi ultimi, ma è un dato che secondo me ci deve rendere contenti, perché se con quel distacco di velocità riusciamo ad essere così in alto, allora vuol dire che la moto è davvero buona. Ovvio però che dobbiamo lavorare per avere più potenza".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Aleix Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie