Le Mans, Warm Up: Marquez si conferma il riferimento

Le Mans, Warm Up: Marquez si conferma il riferimento

Iannone prova con la extra soft e chiude secondo. Molto costanti anche le Yamaha, sull'1'33" alto

Il warm-up di questa mattina ha sostanzialmente rispecchiato quelli che erano parsi i valori in campo nelle qualifiche del Gp di Francia di MotoGp. A fare da lepre, infatti, è stato ancora una volta Marc Marquez, che con la sua Honda è riuscito a tenere il passo dell'1'33" basso, con un miglior riferimento cronometrico di 1'33"369. L'unico "intruso" nelle prime posizioni è Andrea Iannone, che ha provato a montare la gomma extra soft sulla sua Ducati, arrivando a poco meno di due decimi da "El Cabronsito". Il portacolori del Team Pramac voleva valutare il decadimento di questa gomma per capire se sia possibile utilizzarla in gara o meno. Dietro al pilota di Vasto troviamo poi un terzetto di Yamaha composto dalle due M1 ufficiali di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Pol Espargaro. Tutti e tre sono riusciti a realizzare dei tempi molto interessanti, girando costantemente sotto all'1'34" e la cosa curiosa è che entrambi gli spagnoli hanno ottenuto la loro miglior prestazione all'ultimo passaggio. Solo sesto Dani Pedrosa, che sembra avere ancora qualche problemino in più, essendo anche salito diverse volte sopra all'1'34", così come tutto il gruppetto che lo segue, capitanato dalle altre Honda di Alvaro Bautista e Stefan Bradl. Dopo la prima fila di ieri, Andrea Dovizioso invece è stato solo decimo con la sua Ducati. Da segnalare anche la caduta dell'idolo locale Mike di Meglio, che ha provocato parecchi danni alla sua FTR-Kawasaki "Open". Per i meccanici dell'Avintia Racing ci sarà tanto lavoro prima del via.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie