MotoGP, Le Mans: Quartararo in pole, Petrucci in prima fila

Il pilota della Yamaha Petronas centra la terza pole stagionale davanti alle Ducati di Miller e Petrucci. Dovizioso in seconda fila, Bagnaia in terza. In quarta invece Rossi e Morbidelli.

MotoGP, Le Mans: Quartararo in pole, Petrucci in prima fila

L'aria di casa sembra fare davvero bene a Fabio Quartararo, che nel GP di Francia si è portato a casa la sua terza pole stagionale, la nona assolut nella classe regina, al termine di una battaglia infuocata che si è risolta solamente a tempo scaduto.

Il pilota della Yamaha Petronas ha sfoderato il suo 1'31"315 proprio sotto alla bandiera a scacchi, saltando davanti a Jack Miller di 222 millesimi, facendo il parziale record in ogni settore proprio quando l'australiano della Ducati Pramac stava già pregustando la partenza al palo. "Jackass" però non ha potuto fare nulla contro un "El Diablo" che sapeva della qualifica disastrosa del rivale Joan Mir, eliminato in Q1.

La vera sorpresa di queste qualifiche è senza ombra di dubbio Danilo Petrucci: dopo essere passato dalla Q1, il pilota della Ducati è andato ad artigliare un posto in prima fila per la decima volta nella sua carriera. Le Mans quindi continua a confermarsi una pista congeniale a "Petrux", che è sempre salito sul podio in Francia negli ultimi due anni.

Ad aprire la seconda fila c'è un'altra "guest star" e si tratta di Cal Crutchlow. Il braccio operato prima di Misano è tutt'altro che guarito per il pilota della Honda LCR, che però ha sfoderato un gran giro, mancando l'accesso in prima fila per soli 12 millesimi, nonostante la sua sia la sola RC213V in Q2.

Quinto tempo per Maverick Vinales in un qualifica in cui le Yamaha non hanno brillato particolarmente ad eccezione di quella del poleman. Bisogna infatti scorrere la classifica fino alla decima ed all'11esima posizione per trovare le altre due M1 di Valentino Rossi e Franco Morbidelli, sebbene siano staccate solo di mezzo secondo.

A completare la seconda fila troviamo Andrea Dovizioso, che rispetto alle ultime uscite ha fatto decisamente un passo avanti in qualifica e per il ducatista poter iniziare dalla sesta casella potrà essere un grande stimolo, visto che di solito riesce a dare il meglio proprio in gara.

Ad aprire la terza fila troviamo l'altra Ducati Pramac di un Pecco Bagnaia parso piuttosto arrabbiato. Essendo passato dalla Q1, aveva a disposizione una sola gomma soft per la Q2, ma si è visto rovinare un giro da Miguel Oliveira e poi è andato lungo alla curva 9. Un peccato, perché dopo il primo tentativo era secondo, a pochi millesimi da Quartararo.

Accanto a lui ci sarà la KTM di Pol Espargaro e l'altra Ducati con i colori Avintia affidata a Zarco. Solo 12esimo invece Oliveira, ma i meccanici del Team Tech 3 hanno fatto un miracolo anche solo a mandarlo in pista, visto che nella FP4 aveva rotto il motore (provocando la bandiera rossa ed un ampio ritardo) e poi con la seconda moto era caduto alla curva 8.

Il primo degli esclusi al termine della Q1 è stato Takaaki Nakagami, rimasto fuori dalla Q2 per 125 millesimi con la sua Honda LCR. Come già detto, il grande deluso di giornata però è senza ombra di dubbio Joan Mir, perché il pilota della Suzuki si andrà a schierare sulla 14esima casella dello schieramento e questa volta non sembra neanche accreditato di un gran passo.

In generale comunque non è stata una qualifica positiva per la Casa di Hamamatsu, perché anche Alex Rins non è riuscito a centrare la Q2. Dopo essere caduto sia nella FP3 che nella FP4, lo spagnolo aprirà la sesta fila in 16esima posizione. A quanto pare, le GSX-RR sembrano faticare più delle altre moto con le basse temperature trovate questo fine settimana in Francia.

Davanti a lui invece la quinta fila si completa con l'Aprilia di Aleix Espargaro e forse nel box della Casa di Noale avrebbero sperato in qualcosina in più del 15esimo posto in griglia dopo la zampata del miglior tempo di ieri nella FP1 con Bradley Smith, che invece è 19esimo.

Davanti al britannico ci sono anche Brad Binder, che in un certo senso con la sua KTM ha rovinato la Q1 a parecchi con una caduta alla curva 7 che ha portato all'esposizione delle bandiere gialle, ed Alex Marquez, che continua a mancare l'appuntamento con la sua prima Q2 in carriera con la Honda della HRC.

Classifica Q2

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 France Fabio Quartararo
Yamaha 9 1'31.315 164.989
2 Australia Jack Peter Miller
Ducati 9 1'31.537 0.222 0.222 164.589
3 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 9 1'31.674 0.359 0.137 164.343
4 United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 9 1'31.686 0.371 0.012 164.321
5 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 10 1'31.719 0.404 0.033 164.262
6 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 9 1'31.722 0.407 0.003 164.257
7 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 7 1'31.752 0.437 0.030 164.203
8 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 9 1'31.795 0.480 0.043 164.126
9 France Johann Zarco
Ducati 9 1'31.832 0.517 0.037 164.060
10 Italy Valentino Rossi
Yamaha 8 1'31.889 0.574 0.057 163.958
11 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 9 1'31.891 0.576 0.002 163.955
12 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 9 1'32.009 0.694 0.118 163.744

Classifica Q1

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 9 1'31.952 163.846
2 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 9 1'32.054 0.102 0.102 163.664
3 Japan Takaaki Nakagami
Honda 8 1'32.179 0.227 0.125 163.442
4 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 9 1'32.187 0.235 0.008 163.428
5 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 9 1'32.539 0.587 0.352 162.807
6 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 9 1'32.757 0.805 0.218 162.424
7 South Africa Brad Binder
KTM 7 1'32.766 0.814 0.009 162.408
8 Spain Alex Marquez
Honda 9 1'32.774 0.822 0.008 162.394
9 United Kingdom Bradley Smith
Aprilia 9 1'32.833 0.881 0.059 162.291
10 Spain Iker Lecuona
KTM 8 1'32.859 0.907 0.026 162.245
11 Germany Stefan Bradl
Honda 9 1'32.861 0.909 0.002 162.242
12 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 9 1'33.610 1.658 0.749 160.944
condividi
commenti
Romero: "Marini in Avintia? Basta che Rossi paghi"
Articolo precedente

Romero: "Marini in Avintia? Basta che Rossi paghi"

Articolo successivo

Dovizioso: "Tante Ducati davanti possono scombussolare tutto"

Dovizioso: "Tante Ducati davanti possono scombussolare tutto"
Carica i commenti