MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
21 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Postponed
G
GP delle Americhe
15 apr
Postponed
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
41 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
54 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
82 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
89 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
103 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
110 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
159 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
173 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
187 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
229 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
250 giorni

MotoGP, Le Mans: Petrucci torna a vincere sotto alla pioggia

Il ducatista centra il suo secondo successo in una gara ad eliminazione. Primo podio, meritato, per Alex Marquez. Dovizioso è quarto e accorcia la classifica, con gli altri big tutti indietro. Terzo zero di fila per Rossi, che cade alla prima curva.

MotoGP, Le Mans: Petrucci torna a vincere sotto alla pioggia

Danilo Petrucci ha sempre avuto un rapporto speciale con il tracciato di Le Mans. Negli ultimi due anni era sempre salito sul podio, ma oggi il pilota di Terni si è regalato di più, andando a prendersi una bellissima vittoria, la sua seconda in carriera, in una gara resa ad eliminazione dalla pioggia caduta proprio pochi istanti prima del via.

"Petrux" è riuscito a mettere una grande pezza ad una stagione fin qui davvero complicata, trovando anche il modo di salutare nel migliore dei modi la Ducati, che lascerà alla fine dell'anno dopo una lunga storia d'amore.

La pioggia, arrivata proprio quando stava per partire il giro di ricognizione, ha imposto una procedura di Quick Restart e dopo una breve parentesi con Jack Miller davanti a tutti, è stato quasi subito Danilo ad andare ad imporre il proprio ritmo davanti a tutti, seguito dalle altre due Desmosedici GP dell'australiano e di Andrea Dovizioso.

Nei primi giri della corsa le Rosse hanno dato la sensazione di poter scappare, ma da dietro ha ricominciato a salire come una furia la Suzuki di Alex Rins: nello spazio di appena quattro passaggi, infatti, lo spagnolo si è riportato da 16esimo in griglia a quarto, facendo capire subito di avere tutte le carte in regola per andare a riprendere le Ducati. Considerato anche il fatto che lui montava due gomme medie da bagnato a differenza di chi lo precedeva.

Una volta ricongiunto con le Ducati, ha trovato però un grande ostacolo in Jack Miller, che ha risposto colpo su colpo a tutti i suoi attacchi. Il punto di rottura della gara è arrivato poi a 9 giri dal termine, quando Dovizioso ha attaccato Petrucci e Rins ha provato ad infilare entrambi i ducatisti alla curva 9 approfittando del loro duello.

Un attacco che ha permesso a Petrucci di prendere un piccolo margine, facendo perdere terreno invece a Dovizioso e Miller, che sono stati ripresi anche dalla Honda di uno strepitoso Alex Marquez e dalla KTM di Pol Espargaro.

I colpi di scena però non erano finiti, perché un giro più tardi Miller è stato costretto ad alzare bandiera bianca per un cedimento meccanico, mentre a 7 tornare dalla bandiera a scacchi è finito ruote all'aria anche Rins, perdendo l'anteriore della sua Suzuki alla curva 3.

A questo punto Petrucci si è ritrovato in fuga solitaria, con oltre 2" di margine, seguito da Dovizioso che invece aveva il problema di dover controllare non solo Marquez e Pol Espargaro, ma anche Miguel Oliveira, che piano piano iniziava a farsi minaccioso alle loro spalle.

Il forlivese probabilmente era già un po' in crisi con la sua gomma soft e nel finale si è arresto sia a Marquez che ad Espargaro. Il campione del mondo della Moto2 a questo punto ci ha provato e si è riportato fino a poco più di un secondo da Petrucci, ma Danilo è stato bravissimo ad amministrare il proprio margine e ad andare ad imporsi meritatamente. Tra le altre cose, questa è anche la prima vittoria della Ducati in terra francese.

Guarda anche:

Per il più piccolo dei fratelli Marquez si tratta comunque di un risultato che vale quasi come una vittoria, perché è il suo primo podio in MotoGP ed arriva in condizioni in cui è riuscito a dimostrare la sua sensibilità di guida, in una stagione in cui il suo talento era stato messo in dubbio più volte viste le grandi difficoltà.

Positivo anche il podio di Pol Espargaro, perché si tratta del terzo stagionale per il pilota della KTM, seppur sempre sul gradino più basso del podio. Un risultato che non fa altro che confermare la crescita costante della Casa di Mattighofen. Ai piedi del podio, Dovizioso alla fine è riuscito a resistere fino alla fine agli attacchi di Oliveira. Anzi, è stato il portoghese a capitolare a quelli di Johann Zarco, che ha permesso alla Ducati di piazzare tre moto nella top 5.

Il quarto posto è un risultato che riavvicina il forlivese alla vetta della classifica iridata, anche se inevitabilmente ci sarà un po' di rammarico per aver sprecato una grande occasione, visto che i suoi avversari hanno fatto davvero una grande fatica sul bagnato: il leader Fabio Quartararo ha infatti chiuso solamente nono dopo essere scattato dalla pole position, proprio davanti a Maverick Vinales e Joan Mir.

Va detto però che gli ultimi due hanno anche pagato a caro prezzo l'errore di Valentino Rossi alla prima chicane: il "Dottore" è scivolato ed ha portato fuori dalla pista con sé i due spagnoli. Un peccato per il pesarese, che arriva così al terzo zero consecutivo per una caduta, ma anche per gli altri due che si sono visti rovinare la gara.

La classifica iridata ora quindi vede sempre al comando Fabio Quartararo, che ha portato a 10 punti il suo margine su Mir. Si riavvicina invece Dovizioso, a -18, con un punto in più rispetto a Vinales.

Negativa poi anche la domenica degli altri due piloti italiani in gara: Pecco Bagnaia ha perso tantissime posizioni al via e non è mai riuscito a trovare il ritmo giusto sul bagnato, chiudendo 13esimo, giusto davanti all'Aprilia di Aleix Espargaro (Bradley Smith è caduto quando era nel trenino con Alex Marquez). Ritirato invece Franco Morbidelli, scivolato alla curva 4.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari Punti
1 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 26 45'54.736 142.1 25
2 Spain Alex Marquez
Honda 26 45'56.009 1.273 1.273 142.1 20
3 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 26 45'56.447 1.711 0.438 142.1 16
4 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 26 45'58.647 3.911 2.200 141.9 13
5 France Johann Zarco
Ducati 26 45'59.046 4.310 0.399 141.9 11
6 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 26 45'59.202 4.466 0.156 141.9 10
7 Japan Takaaki Nakagami
Honda 26 46'00.657 5.921 1.455 141.8 9
8 Germany Stefan Bradl
Honda 26 46'10.333 15.597 9.676 141.3 8
9 France Fabio Quartararo
Yamaha 26 46'11.423 16.687 1.090 141.3 7
10 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 26 46'11.631 16.895 0.208 141.3 6
11 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 26 46'11.716 16.980 0.085 141.3 5
12 South Africa Brad Binder
KTM 26 46'22.057 27.321 10.341 140.8 4
13 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 26 46'28.087 33.351 6.030 140.4 3
14 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 26 46'33.912 39.176 5.825 140.2 2
15 Spain Iker Lecuona
KTM 26 46'45.823 51.087 11.911 139.6 1
Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 26 47'08.926 1'14.190 23.103 138.4
Australia Jack Peter Miller
Ducati 19 34'05.262 7 Laps 7 Laps 139.9
Italy Franco Morbidelli
Yamaha 18 33'02.733 8 Laps 1 Lap 136.7
United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 17 30'15.420 9 Laps 1 Lap 141.0
Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 14 26'18.935 12 Laps 3 Laps 133.5
United Kingdom Bradley Smith
Aprilia 8 14'30.672 18 Laps 6 Laps 138.4
Italy Valentino Rossi
Yamaha 0
condividi
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio di Francia: Gara

Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio di Francia: Gara

Articolo successivo

Alex Marquez: "Marc, tranquillo, sono già qui!"

Alex Marquez: "Marc, tranquillo, sono già qui!"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Francia
Sotto-evento Gara
Location Le Mans Circuit Bugatti
Autore Matteo Nugnes