MotoGP, Le Mans, Libere 3: Marquez ok sull'umido, Bagnaia in Q1

Il pilota della Honda si rimette per la prima volta davanti a tutti nella FP3 bagnata del GP di Francia, precedendo uno strepitoso Savadori. Terzo c'è Bagnaia, che però dovrà passare dalla Q1. La classifica cumulativa infatti è rimasta invariata rispetto a ieri.

MotoGP, Le Mans, Libere 3: Marquez ok sull'umido, Bagnaia in Q1

La pioggia è arrivata beffarda a cadere su Le Mans proprio quando mancavano pochi istanti al semaforo verde della terza sessione di prove libere del Gran Premio di Francia, andando così a segnare il verdetto definitivo per la qualificazione alla Q2 di oggi pomeriggio.

Inevitabilmente, il quadro della classifica cumulativa è rimasto invariato rispetto a ieri, quindi sorride particolarmente a Yamaha ed Honda. La Casa di Iwata avrà in Q2 tutte e quattro le sue M1, sia quelle del Factory Team affidate a Fabio Quartararo e Maverick Vinales, che quelle griffate Petronas con Franco Morbidelli e Valentino Rossi.

I rivali della HRC invece portano nel segmento decisivo della Q2 le due RC213V ufficiali di Marc Marquez e Pol Espargaro, ma anche quella con i colori LCR affidata al giapponese Takaaki Nakagami.

Due anche le Ducati, con Johann Zarco che comanda la cumulativa grazie al crono di 1'31"747 che aveva realizzato ieri sull'asciutto, ma anche con Jack Miller. E' andata decisamente peggio al leader iridato Pecco Bagnaia, che sarà costretto invece a passare dalla Q1 dopo che una caduta alla curva 3 aveva compromesso la sua FP2 ieri.

L'ultimo ad avere accesso diretto alla Q2 è Miguel Oliveira con la KTM. Questo vuol dire che per Bagnaia non sarà assolutamente semplice in Q1, visto che se la dovrà vedere con le due Suzuki di Alex Rins e Joan Mir, come lui caduti ieri e rimasti fuori dalla top 10. Senza dimenticare poi l'Aprilia di Aleix Espargaro e l'altra KTM di Brad Binder. In Q1 poi troverà anche il poker italiano composto da Enea Bastianini, Lorenzo Savadori, Luca Marini e Danilo Petrucci.

Ma veniamo ora a quelli che sono stati i risultati di questa FP3, perché potrebbero essere significati nel caso in cui la gara dovesse disputarsi sul bagnato domani, anche se i tempi migliori sono arrivati quando la pista stava ormai iniziando ad asciugarsi.

E la notizia è che, come il diretto interessato aveva predetto, Marc Marquez fa molta meno fatica sul bagnato ed è riuscito a far segnare il miglior tempo in 1'40"736. Ed è la prima volta che si mette davanti a tutti da quando è tornato dall'infortunio. Proprio come ieri mattina, anche Lorenzo Savadori ha dimostrato di avere un ottimo feeling con la sua Aprilia quando c'è poco grip ed ha staccato un clamoroso secondo tempo, seppur staccato di sei decimi dall'otto volte iridato.

Peccato anche per Bagnaia, capace di firmare il terzo tempo in questo turno, ma come detto obbligato a passare dalla Q1 con la sua Ducati. Per il leader iridato comunque può essere un buon segnale relativamente alla sua competitività in ogni genere di condizione.

Oliveira completa una top 4 che vede quattro moto differenti davanti a tutti con la sua KTM, mentre a completare la top 5 c'è l'altra Honda di Pol Espargaro. Se dovesse piovere, viene invece il dubbio che potrebbe essere un bel problema per le Yamaha: la migliore delle M1 è quella di Vinales in 16esima posizione.

Tra le altre cose, si è vista una scena curiosa con Morbidelli che è caduto durante la prova del cambio moto per il flag to flag, pare per un cedimento improvviso del ginocchio sinistro, travolgendo la sua M1 e venendo poi portato all'interno del box dai ragazzi del Team Petronas, perché parso piuttosto dolorante. Fortunatamente, le indicazioni arrivate dal team parlano di un problema di lieve entità, che non mette a rischio il proseguimento del weekend. Con il 17esimo tempo, Franco poi è comunque davanti a Rossi, 21esimo.

A terra in pista ci sono finiti anche Miller alla curva 6, solamente 20esimo, ed Iker Lecuona alla curva 3. Aleix Espargaro invece è stato rallentato da un problema di erogazione sulla sua Aprilia, che lo ha lasciato fuori dalla top 10.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Marc Márquez Alentà
Honda 19 1'40.736 158.743
2 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 19 1'41.349 0.613 0.613 157.783
3 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 21 1'41.452 0.716 0.103 157.623
4 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 20 1'41.457 0.721 0.005 157.615
5 Spain Pol Espargaró Villà
Honda 18 1'41.671 0.935 0.214 157.283
6 France Johann Zarco
Ducati 20 1'41.775 1.039 0.104 157.123
7 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 20 1'41.817 1.081 0.042 157.058
8 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 18 1'42.055 1.319 0.238 156.691
9 Spain Iker Lecuona
KTM 19 1'42.136 1.400 0.081 156.567
10 Italy Luca Marini
Ducati 18 1'42.323 1.587 0.187 156.281
11 Spain Alex Marquez
Honda 19 1'42.516 1.780 0.193 155.987
12 Japan Takaaki Nakagami
Honda 20 1'42.520 1.784 0.004 155.981
13 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 14 1'42.532 1.796 0.012 155.963
14 Italy Danilo Carlo Petrucci
KTM 21 1'43.213 2.477 0.681 154.933
15 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 20 1'43.462 2.726 0.249 154.561
16 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 16 1'43.546 2.810 0.084 154.435
17 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 20 1'43.700 2.964 0.154 154.206
18 Italy Enea Bastianini
Ducati 19 1'43.740 3.004 0.040 154.146
19 France Fabio Quartararo
Yamaha 21 1'43.759 3.023 0.019 154.118
20 Australia Jack Peter Miller
Ducati 5 1'43.857 3.121 0.098 153.973
21 Italy Valentino Rossi
Yamaha 21 1'44.016 3.280 0.159 153.737
22 South Africa Brad Binder
KTM 20 1'44.123 3.387 0.107 153.579
condividi
commenti
MotoGP: cambia il programma di domenica a Le Mans
Articolo precedente

MotoGP: cambia il programma di domenica a Le Mans

Articolo successivo

Tech3 prende tempo fino alla pausa estiva per decidere sul 2022

Tech3 prende tempo fino alla pausa estiva per decidere sul 2022
Carica i commenti