La Ducati adatta le alette ai cordoli alti di Barcellona

La Ducati adatta le alette ai cordoli alti di Barcellona

E' stato rimosso il flappettino verticale e sostituito con una parte più morbida, che si consumi in caso di strisciata

La Ducati continua a credere molto sulle alette apparse per la prima volta sulle carene della GP15 in occasione dei test collettivi in Qatar. Si pensava che quella potesse essere una soluzione utile soprattutto sul tracciato di Losail, ma in realtà la Casa di Borgo Panigale la sta riproponendo in tutti gli appuntamenti iridati della MotoGp.

Per la prima volta, a Barcellona, c'è stata però una piccola novità per quanto riguarda la forma di queste alette: i cordoli del tracciato catalano, infatti, sono più alti rispetto a quelli di altri tracciati e c'era la paura che queste appendici potessero arrivare a strisciare in terra, facendo impuntare la moto.

Per questo è stato rimosso il flappettino verticale che si è sempre visto nelle prime uscite e la parte conclusiva è stata rimodellata con un materiale differente, studiato per consumarsi in caso di strisciamento a terra.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie