MotoGP, Europa, Warm-Up: Mir detta il ritmo sull'asciutto

Lo spagnolo della Suzuki brilla con una coppia di gomme medie, precedendo l'Aprilia di un sorprendente Espargaro. Terzo Miller, indietro le Yamaha.

MotoGP, Europa, Warm-Up: Mir detta il ritmo sull'asciutto

Splende finalmente il sole su Valencia e il Warm-Up ha regalato ai piloti della MotoGP gli unici 20 minuti realmente sull'asciutto per prepararsi al Gran Premio d'Europa di oggi pomeriggio. La maggior parte del gruppo sembra intenzionata a puntare su una coppia di gomme medie, ma c'è anche chi ha provato a sperimentare soluzioni alternative.

Il leader iridato Joan Mir, che oggi scatterà dalla seconda fila, ha piazzato la sua Suzuki davanti a tutti, lanciando alla concorrenza il chiaro messaggio di voler andare a caccia di quella prima vittoria nella classe regina che ancora gli manca.

Con una coppia di medie, lo spagnolo ha girato in 1'32"251, precedendo di 41 millesimi l'Aprilia di Aleix Espargaro, che invece al posteriore aveva una soft. Terzo tempo per la migliore delle Ducati con Jack Miller staccato di un decimo. Ed è curioso che l'australiano sia l'unico tra i piloti della Rossa ad aver utilizzato la media al posteriore.

In quarta posizione troviamo il giapponese Takaaki Nakagami, che con una coppia di medie ha mostrato un passo interessante con la sua Honda LCR, chiudendo poi a 120 millesimi dalla vetta. Nella sua scia c'è la KTM del poleman Pol Espargaro, che è uno di quelli che invece hanno usato la soft al posteriore e completa una top 5 composta da cinque marchi differenti.

Ad impedire il sei su sei ci ha pensato Alex Marquez, sesto con la sua Honda davanti proprio alla prima delle Yamaha, quella di Franco Morbidelli. Il pilota italiano è stato il solo che ha provato addirittura la gomma dura al posteriore.

Le M1 comunque hanno continuato a faticare abbastanza anche stamattina con la pista asciutta, perché Maverick Vinales è in decima posizione, mentre Fabio Quartararo è 13esimo. In difficoltà poi il rientrante Valentino Rossi, che non è andato oltre al 19esimo crono, con un ritardo di quasi un secondo dalla vetta.

Tornando a scorrere la classifica, in ottava posizione c'è l'altra Suzuki di Alex Rins, che è stato uno dei pochi a provare due diverse soluzioni di gomme, iniziando il turno con media all'anteriore e soft al posteriore, per poi passare su una coppia di medie e chiudere con un ritardo 325 millesimi giusto davanti alla Honda LCR di Cal Crutchlow.

Il discorso che abbiamo fatto per la Yamaha può valere anche per la Ducati, perché l'unica Desmosedici GP nella top 10 è quella di Miller, anche se Danilo Petrucci ne è rimasto di poco fuori in 11esima piazza, mentre Pecco Bagnaia ed Andrea Dovizioso sono rispettivamente 14esimo e 16esimo.

Il forlivese paga un ritardo di oltre mezzo secondo ed è stato anche l'unico a provare una coppia di gomme soft nel secondo run di stamattina. Per quanto riguarda l'esordiente Lorenzo Savadori, il nuovo arrivato in casa Aprilia ha chiuso in 20esima posizione, staccato di circa 1"5.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 13 1'32.251 156.290
2 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 13 1'32.292 0.041 0.041 156.221
3 Australia Jack Peter Miller
Ducati 13 1'32.351 0.100 0.059 156.121
4 Japan Takaaki Nakagami
Honda 13 1'32.371 0.120 0.020 156.087
5 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 13 1'32.438 0.187 0.067 155.974
6 Spain Alex Marquez
Honda 13 1'32.483 0.232 0.045 155.898
7 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 13 1'32.560 0.309 0.077 155.769
8 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 13 1'32.576 0.325 0.016 155.742
9 United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 12 1'32.607 0.356 0.031 155.690
10 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 12 1'32.619 0.368 0.012 155.670
11 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 13 1'32.641 0.390 0.022 155.633
12 South Africa Brad Binder
KTM 13 1'32.650 0.399 0.009 155.617
13 France Fabio Quartararo
Yamaha 13 1'32.686 0.435 0.036 155.557
14 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 13 1'32.701 0.450 0.015 155.532
15 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 12 1'32.799 0.548 0.098 155.368
16 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 12 1'32.803 0.552 0.004 155.361
17 France Johann Zarco
Ducati 13 1'32.865 0.614 0.062 155.257
18 Germany Stefan Bradl
Honda 13 1'33.017 0.766 0.152 155.003
19 Italy Valentino Rossi
Yamaha 12 1'33.171 0.920 0.154 154.747
20 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 13 1'33.831 1.580 0.660 153.659
21 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 13 1'33.938 1.687 0.107 153.484
condividi
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio d'Europa: Warm-Up
Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio d'Europa: Warm-Up

Articolo successivo

Retroscena Yamaha: Jarvis chiarisce il caso delle valvole

Retroscena Yamaha: Jarvis chiarisce il caso delle valvole
Carica i commenti