MotoGP | ecco la entry list 2022, ma il team VR46 è senza Aramco

Ecco la prima entry list senza Valentino Rossi dopo tanti anni, ma il 46 campeggia ancora. Il suo team debutta in MotoGP, ma non figura lo sponsor Aramco. Cinque gli esordienti e una griglia che si preannuncia combattiva.

MotoGP | ecco la entry list 2022, ma il team VR46 è senza Aramco

La stagione 2021 si è conclusa a Valencia domenica scorsa e, come di consueto, a distanza di poche ora dalla fine del campionato, la FIM diffonde la entry list ufficiale per la stagione successiva. Il 2022 vedrà lo stravolgimento più grande, sarà la prima senza Valentino Rossi dopo più di vent’anni. Farà sicuramente strano inizialmente, ma non mancano nomi di piloti che il prossimo anno ci faranno divertire.

Proprio Valentino Rossi è ancora protagonista nonostante non indossi il casco: dal 2022 infatti il suo team debutterà in MotoGP, tuttavia nella entry list diffusa oggi non figura ancora Aramco, sponsor del VR46 Racing Team. La telenovela continua, dunque, e l’incertezza riguardo l’accodo raggiunto tra le due parti regna ancora sovrana.

Nell’attesa di conoscere l’esito della partnership tra VR46 e Aramco, vediamo che la entry list del 2022 non riserva grandi sorprese, soprattutto per quanto riguarda i top team. L'unica novità è rappresentata dalla presenza di otto Ducati in pista, un numero massiccio che, viste le prestazioni del 2021, impensierisce non poco gli avversari. 

Nella entry list, accanto al nome di Fabio Quartararo figura il numero 20, a conferma di quanto affermato dal campione del mondo in carica, che decide di non usare il numero 1 per il prossimo anno. A fianco del francese troveremo Franco Morbidelli, che tuttavia abbiamo già visto in azione sulla M1 ufficiale nell’ultima parte della stagione appena conclusa.  

Per quanto riguarda i rookie, nel 2022 ne avremo ben cinque, di cui due italiani. A fare il salto nella classe regina il prossimo anno ci sarà Fabio Di Giannantonio, che correrà con il team Gresini a fianco di Enea Bastianini e userà il numero 49. Cambia il 21 usato fino ad ora perché già occupato da Morbidelli. Ritorno al passato per Marco Bezzecchi, che debutta nel VR46 Racing Team e troverà il confermato Luca Marini, riformando la squadra. Bez mantiene il numero 72. 

Dopo una stratosferica battaglia mondiale, passano in MotoGP i due contendenti al titolo Moto2: Remy Gardner, che avrà sempre il numero 87, prenderà il posto di Danilo Petrucci nel team Tech 3 KTM e sarà compagno di squadra di Raul Fernandez, che sostituisce il connazionale Iker Lecuona e manterrà il numero 25. Infine ecco Darryn Binder, promosso in MotoGP direttamente dalla Moto3, fra le numerose polemiche amplificate dall’incidente di Portimao che è costato il mondiale a Dennis Foggia. Il sudafricano affiancherà Andrea Dovizioso nel riformato team WithU Yamaha RNF e conferma il numero 40.

PILOTA NAZIONE TEAM MOTO
4 Andrea Dovizioso Italia WithU Yamaha RNF MotoGP Team Yamaha
5 Johann Zarco Francia Pramac Racing Ducati
10 Luca Marini Italia VR46 Racing Team Ducati
12  Maverick Vinales Spagna Aprilia Racing Aprilia
20 Fabio Quartararo Francia Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha
21  Franco Morbidelli Italia Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha
23  Enea Bastianini Italia Gresini Racing MotoGP Ducati
25 Raul Fernandez Spagna Tech 3 KTM Factory Racing KTM
30 Takaaki Nakagami Giappone  LCR Honda Idemitsu Honda
33 Brad Binder Sudafrica Red Bull KTM Factory Racing KTM
36 Joan Mir Spagna Team Suzuki Ecstar Suzuki
40 Darryn Binder  Sudafrica  WithU Yamaha RNF MotoGP Team Yamaha
41  Aleix Espargaro Spagna Aprilia Racing Aprilia
42 Alex Rins Spagna  Team Suzuki Ecstar Suzuki
43 Jack Miller  Australia Ducati Lenovo Team Ducati
44 Pol Espargaro Spagna Repsol Honda Team Honda
49 Fabio Di Giannantonio Italia Gresini Racing MotoGP Ducati
63 Francesco Bagnaia Italia  Ducati Lenovo Team Ducati
72 Marco Bezzecchi Italia VR46 Racing Team Ducati
73  Alex Marquez Spagna LCR Honda Castrol  Honda
87 Remy Gardner Australia Tech 3 KTM Factory Racing KTM
88 Miguel Oliveira Portogallo Red Bull KTM Factory Racing KTM
89 Jorge Martin Spagna Pramac Racing  Ducati
93 Marc Marquez Spagna Repsol Honda Team Honda
condividi
commenti
Jack Miller correrà l’ultimo round della SBK australiana
Articolo precedente

Jack Miller correrà l’ultimo round della SBK australiana

Articolo successivo

Rins sorprende: “La caduta? Me la aspettavo”

Rins sorprende: “La caduta? Me la aspettavo”
Carica i commenti