MotoGP, Ducati-Martin: "C'è interesse da entrambe le parti"

Le trattative tra la Ducati ed il pilota di Moto2 Jorge Martin continuano, con il manager del pilota che ha ammesso a Motorsport.com: "Stiamo parlando". Lo spagnolo arriverà in Pramac per sostituire Jack Miller.

MotoGP, Ducati-Martin: "C'è interesse da entrambe le parti"

La chiave per la firma del Campione del Mondo Moto3 2018 da parte della Casa di Borgo Panigale non è altro che il salto dell'attuale pilota Pramac Jack Miller alla squadra ufficiale Ducati.

Una volta confermato l'arrivo dell'australiano nel box del Factory team, accanto ad uno dei suoi attuali inquilini, Andrea Dovizioso o Danilo Petrucci, il trasferimento del 22enne spagnolo Jorge Martin si potrà concretizzare.

Il contratto dell'attuale pilota della Red Bull KTM Ajo Moto2 sarà firmato con la Casa italiana, ma il suo destino nel 2021 sarà con il team Pramac, in sostituzione di Miller.

"C'è interesse da entrambe le parti, stiamo parlando e si stanno prendendo contatti" ha detto il manager del pilota, Albert Valera, a Motorsport.com.

Dello stesso autore, leggi anche:

"Al momento non c'è nulla di chiuso e alcuni fattori devono essere presenti per poter andare avanti. Speriamo, ma per il momento dobbiamo aspettare" ha aggiunto.

Uno di questi fattori è il già citato passaggio di Miller alla prima squadra, anche se non è l'unico.

Una delle questioni che possono facilitare l'operazione è che, poiché i motori di quest'anno saranno congelati fino alla fine del 2021, Martin avrebbe lo stesso materiale dei piloti ufficiali, una delle condizioni che sarebbero imposte dallo spagnolo.

Al contrario, e anche se sulla carta il suo contratto con la KTM scadrà alla fine del 2020, la Casa austriaca potrebbe utilizzare qualche clausola per confermare Martin nel 2021, anche se la strategia rivelata da Pit Beirer, direttore sportivo della casa di Mattighofen a Motorsport.com, è quello di rinnovare i quattro piloti attuali legati al progetto MotoGP: Pol Espargaró e Brad Binder con il team ufficiale; e Miguel Oliveira e Iker Lecuona, con la formazione satellite Tech3. Una mossa che lascerebbe Martin libero di muoversi in direzione Ducati.

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
6/15

Foto di: Akhil Puthiyedath

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo

Jorge Martin, Red Bull KTM Ajo
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Ducati, Tardozzi conferma: "Pensiamo a Miller ufficiale"

Articolo precedente

Ducati, Tardozzi conferma: "Pensiamo a Miller ufficiale"

Articolo successivo

MotoGP virtuale: a Silverstone c’è anche Jorge Lorenzo

MotoGP virtuale: a Silverstone c’è anche Jorge Lorenzo
Carica i commenti