MotoGP: la Ducati GP21 si scoprirà il 9 febbraio in... rete

La Casa di Borgo Panigale ha deciso di non rinunciare alla presentazione della nuova moto: l’evento si svolgerà via web e, al momento, sarà la prima MotoGP 2021 a essere mostrata agli appassionati. C’è attesa di vedere Jack Miller e Pecco Bagnaia finalmente nei colori ufficiali, mentre Ciabatti smentisce di aver avuto delle offerte per andare alla Suzuki al posto di Brivio.

MotoGP: la Ducati GP21 si scoprirà il 9 febbraio in... rete

La Ducati è la prima squadra a rompere il ghiaccio nel 2021: si toglieranno i veli alla nuova Desmosedici martedì 9 febbraio. La squadra di Borgo Panigale ha deciso di non rinunciare alla tradizionale presentazione della moto, ma l’evento si svolgerà esclusivamente via web.

La pandemia del COVID-19 non permette un lancio secondo i soliti crismi ma il team non vuole perdere le buone abitudini per cui gli appassionati della MotoGP avranno comunque la possibilità di scoprire la nuova arma di Gigi Dall’Igna collegandosi al sito della Ducati.

Per la prima volta vedremo i piloti Jack Miller e Pecco Bagnaia nei colori ufficiali del factory team dopo la promozione dalla Pramac, dando il via a quel piano di ringiovanimento della squadra visto che i due rider prenderanno il posto lasciato da Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci.

Oltre alla nuova livrea, sarà interessante scoprire quali novità ci saranno sulla moto bolognese visto che motore e aerodinamica sono state “congelate” per regolamento, nel tentativo di contenere i costi.

L’attenzione dei tecnici, quindi, è stata rivolta a telaio ed elettronica nel tentativo di rendere la Ducati meno sensibile al variare delle temperature delle gomme, in particolare quando l’asfalto è più freddo rispetto alla corretta finestra di utilizzo prevista dalla Michelin.

Ciabatti: "Nessuna offerta Suzuki"

In occasione della presentazione vedremo sicuramente al suo posto anche Paolo Ciabatti, responsabile del programma MotoGP, visto che ha smentito di aver ricevuto alcuna offerta per andare alla Suzuki al posto di Davide Brivio: “Mai ricevuto alcuna offerta – ha spiegato Paolo – ci sono state solo delle speculazioni perché nessuno mi ha cercato. Resto con piacere dove sono”.

condividi
commenti
Rossi: "Penalizzato dal traffico, ma in gara saremo forti"
Articolo precedente

Rossi: "Penalizzato dal traffico, ma in gara saremo forti"

Articolo successivo

Dovizioso punge Ducati: “Poco leale, con Dall’Igna zero rapporto”

Dovizioso punge Ducati: “Poco leale, con Dall’Igna zero rapporto”
Carica i commenti