MotoGP | Ducati Desmosedici GP 2022: la scheda tecnica

La Casa di Borgo Panigale ha presentato la moto di Miller e Bagnaia per questa stagione del Motomondiale: vediamo le sue caratteristiche di base, in attesa di scoprire ulteriori sviluppi già provati nei test di Sepang.

MotoGP | Ducati Desmosedici GP 2022: la scheda tecnica

Dopo le prime immagini con la livrea, oggi la Ducati ha ufficialmente presentato la Desmosedici con la quale Jack Miller e Francesco Bagnaia daranno l'assalto al titolo della MotoGP 2022.

A Borgo Panigale, però, non si sono 'sbottonati' più di tanto nel mostrare la propria 'Rossa', che nei test di Sepang ha montato diverse soluzioni e aggiornamenti in questa prima fase di sviluppo.

Nel frattempo possiamo dare un'occhiata alla scheda tecnica che il team bolognese ha reso pubblica con le specifiche di base.

Motore: 4 tempi, V4 a 90°, raffreddato a liquido, distribuzione desmodromica con doppio albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro

Cilindrata: 1.000 cc

Potenza massima: oltre 250CV

Velocità massima: oltre 350km/h

Trasmissione: Ducati Seamless Transmission, trasmissione finale a catena

Alimentazione: Iniezione elettronica indiretta, 4 corpi farfallati con iniettori sopra e sotto farfalla. Farfalle controllate da doppio sistema Ride By Wire

Carburante: Shell Racing V-Power

Lubrificante: Shell Advance Ultra 4

Scarico: Akrapovič

Trasmissione finale: Catena D.I.D

Telaio: Doppio trave in lega di alluminio

Sospensioni: Forcella rovesciata Öhlins con foderi in carbonio ed ammortizzatore posteriore Öhlins, con regolazione di precarico e freno idraulico in compressione ed estensione

Elettronica: Centralina Marelli programmata con Software Unico Dorna

Pneumatici: Michelin, su cerchi anteriore e posteriore Ø17"

Cerchioni: Marchesini in lega di magnesio

Impianto frenante: Brembo, doppio disco anteriore in carbonio da 340mm con pinze a quattro pistoncini. Disco posteriore singolo in acciaio con pinza a due pistoncini

Peso a secco: 157kg

Leggi anche:
condividi
commenti
MotoGP | Dall'Igna: "Device pericolosi? I piloti di F1 fanno di più"
Articolo precedente

MotoGP | Dall'Igna: "Device pericolosi? I piloti di F1 fanno di più"

Articolo successivo

MotoGP | Marini: "C'è da lavorare, ma la GP22 ha un gran potenziale"

MotoGP | Marini: "C'è da lavorare, ma la GP22 ha un gran potenziale"