Dall'Igna: "Dispiaciuto per non aver aiutato Crutchlow"

L'ingegnere ex Aprilia ha ammesso di aver concentrato tutte le energie sullo sviluppo della Desmosedici

Dall'Igna:

Dall'arrivo di Luigi Dall'Igna a Borgo Panigale, la Ducati sembra aver voltato decisamente pagina. Il 2014 è stata un'annata di transizione, ma i due podi conquistati da Andrea Dovizioso e uno dall'ormai ex Calvin Crutchlow fanno ben sperare, in attesa della GP15, che dovrebbe debuttare in via ufficiale tra qualche settimana. 

Nonostante gli evidenti passi avanti compiuti nel corso del 2014, l'ingegnere originario di Thiene ha ammesso ai microfoni di Motorcyclenews di esser dispiaciuto per non essere riuscito ad aiutare in maniera più concreta Calvin Crutchlow, il quale ha preferito abbandonare la sfida Ducati dopo appena una stagione per sposare il progetto del team Honda LCR.

"E' molto difficile per me parlare di Cal - ha ammesso Dall'Igna - In una situazione normale o avrei aiutato a capire a fondo la moto per poterlo vedere prendere fiducia e abbassare i tempi prova dopo prova. Io penso che Cal sarebbe riuscito a guidare la Desmosedici se non avessimo avuto così tanti problemi ma la situazione era critica e mi son dovuto concentrare sullo sviluppo della GP14, non riuscendo ad aiutare lui nel processo di adattamento alla moto".

"La nostra priorità nel 2014 era sviluppare la moto, correggerla, e sono molto dispiaciuto di non esser riuscito ad aiutarlo, nonostante fosse uno dei miei compiti. Parlando francamente, però, non posso fare tutto", ha terminato l'ingegnere della Ducati, impegnato nella preparazione della Desmosedici GP15.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Cal Crutchlow
Articolo di tipo Ultime notizie