Cuzari pronto a liberare Aleix Espargaro, ma non gratis

Cuzari pronto a liberare Aleix Espargaro, ma non gratis

Il boss del Forward Racing non vuole trattenerlo a tutti i costi, ma avvisa la Suzuki: "Torneremo a parlare di penali"

Durante la conferenza stampa di ieri, Aleix Espargaro ci è andato molto cauto parlando del suo futuro alla Suzuki. Se nel paddock di Indianapolis danno la cosa già per fatta, il pilota spagnolo ha infatti spiegato che legarsi alla Casa di Hamamatsu è la sua priorità per il 2015, ma che non c'è ancora nulla di firmato.

Oggi si è capito il motivo di questa prudenza: Giovanni Cuzari, grande boss del Forward Racing, che lo scorso anno ha pagato una penale per garantirsi i servigi del più vecchio dei fratelli Espargaro, ha infatti ribadito di avere un contratto biennale nei suoi confronti e di non averlo ancora liberato, nonostante l'ufficializzazione dell'arrivo in squadra di Stefan Bradl per la prossima stagione.

Cuzari non ha nascosto che l'idea di allestire la coppia Espargaro-Bradl per le sue Forward Yamaha "Open" sarebbe davvero intrigante, ma con onestà ha anche detto ai microfoni di SkyMotoGpHD: "Tenere un pilota contro la sua volontà non fa parte del mio modo di lavorare. Per rendere un pilota deve essere motivato. Voglio guardare Aleix negli occhi per capire cosa vuole fare veramente. Nel caso voglia andare via, ricominceremo a parlare di penali anche quest'anno".

Dunque, Cuzari è disposto a lasciar andare Aleix se questa è la sua volonta, ma la Suzuki è avvisata: se vuole lo spagnolo, dovrà pagare una penale. "I contratti sono fatti per essere rotti, nel caso c'è sempre l'arbitrato che deciderà le eventuali penali" ha aggiunto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Aleix Espargaro
Articolo di tipo Ultime notizie