MotoGP | Cosa verrà annunciato questo weekend in Austria

Il Red Bull Ring sarà lo scenario di alcuni annunci ufficiali in vista della prossima stagione della MotoGP. per altri, però, bisognerà aspettare ancora un po’.

MotoGP | Cosa verrà annunciato questo weekend in Austria

Fino alle stagioni 2013-2014, quando Valentino Rossi era tornato in Yamaha e Marc Marquez aveva debuttato in MotoGP cambiando la dinamica dei rinnovi nella classe regina, il mese di agosto era quello in cui si iniziavano a conoscere gli annunci e i cambi di team ogni anno. Nello specifico, il Gran Premio della Repubblica Ceca, collocato nella seconda quindicina di agosto, era lo scenario solito per far conoscere il futuro di team e piloti. Si trattava di una sorta di finestra di negoziazioni che segnava le novità della stagione successiva, sia sportiva sia tecnica, dato che era anche teatro dei test per l’anno seguente.

Questa tradizione è cambiata quando Rossi, dopo la disfatta in Ducati, è tornato in Yamaha e Honda ha scoperto di avere un diamante come Marquez, capace di vincere il titolo nei suoi primi due anni in MotoGP. Allora è subentrata la fretta di annunciare i rinnovi sempre prima, tanto che alcuni sono arrivati ad annunciare con un anno o più di anticipo, contagiando il resto della griglia ad anticipare gli eventi.

In questa stagione abbiamo saputo già diverse novità nel mercato piloti, l’annuncio di Jack Miller con KTM, quello di Alex Rins con LCR e quello di Alex Marquez con Gresini. Abbiamo poi i rinnovi di Fabio Quartararo con Yamaha e di Aleix Espargaro con Aprilia, tra gli altri. Tuttavia, restano ancora un buon numero di selle da annunciare e proviamo a scoprire quali novità verranno annunciate questo weekend e quali no.

Cosa si annuncerà in Austria?

-Secondo quanto affermato dal direttore sportivo KTM, Pit Beirer, questo fine settimana il costruttore austriaco annuncerà uno dei due piloti satellite Tech 3. Tutto lascia pensare che si tratti di Pol Espargaro, che dopo due stagioni con il team Repsol Honda torna al marchio dove ha corso per quattro anni, anche se nell’altro team.

-Un altro rinnovo che potrebbe essere ufficiale questo fine settimana in Austria è, con quasi totale sicurezza, quello di Johann Zarco con Ducati. Il francese continuerà a correre un altro anno in Pramac. Questo chiuderebbe una delle due posizioni nel primo team satellite della squadra italiana, in attesa di sapere chi sarà il suo compagno di squadra, se Jorge Martin o Enea Bastianini.

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Pol Espargaro, Repsol Honda Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

-L’annuncio di Pol Espargaro può portare con sé un’altra novità per questo fine settimana. KTM vuole che il team Tech3 il prossimo anno corra con le moto dei colori Gas Gas, struttura spagnola di proprietà di Pierer Mobility. Il CEO del marchio (lo stesso Stefan Pierer, capo di KTM) vuole iscrivere Gas Gas come costruttore, ma il campionato al momento gli permette solo di essere uno sponsor. Gli austriaci vogliono fare pressione mostrando il prima possibile una bozza della livrea che si è già vista nell’ultimo test tre settimane fa al Red Bull Ring con i collaudatori. Vedremo se la MotoGP lo consentirà.

-La grande novità del fine settimana è senza dubbio la riapparizione di Marc Marquez nel paddock, che non si vede dallo scorso Gran Premio d’Italia a fine maggio. Il pilota Honda non salirà su una moto, ma andrà a Spielberg per avere riunioni con i responsabili di Honda e con i tecnici, con l’obiettivo di vedere gli sviluppi della moto in vista del 2023. Marc volerà in Austria anche perché Red Bull è uno dei suoi principali sponsot personali e deve fare la sua parte. Inoltre farà una conferenza stampa sabato, in cui possibilmente si scoprirà qualcosa sul suo futuro.

-Quando KTM annuncerà l'ingaggio di Pol Espargaró, Miguel Oliveira avrà la libertà di annunciare il suo passaggio al team RNF-Aprilia, con cui dovrebbe correre nel 2023. Tuttavia, ci sono due piccoli ostacoli che impediscono che ciò avvenga. Il primo è che KTM, molto intelligentemente, non chiuderà ancora ufficialmente la sua line-up di quattro piloti per il 2023 annunciando Pol. L'altro è più estetico, in quanto Aprilia vuole annunciare lo schieramento dei team satellite in un'unica soluzione, anziché pilota per pilota. Tuttavia, la situazione potrebbe cambiare se l’annuncio della seconda sella dovesse ritardare troppo.

Cosa non verrà annunciato in Austria?

-Quello che sicuramente non verrà annunciato in Austria questo fine settimana è il nome definitivo del secondo pilota del team Tech3, anche se è quasi definitiva la decisione che la seconda moto andrà all'australiano Remy Gardner. Tuttavia, per motivi contrattuali KTM non vuole, per il momento, rendere chiaro che Raul Fernandez è fuori dalla line-up per il 2023, guadagnando la libertà di decidere il suo futuro lontano da quella struttura. Bisognerà quindi attendere per scoprire chi sarà ufficialmente il quarto pilota della Casa di Mattighofen.

-Questo fine settimana non sapremo nemmeno chi sarà il secondo pilota del team RNF-Aprilia, quello che farà coppia con il portoghese Oliveira. Tutto porta a Raul, ma i dettagli contrattuali sono così complicati che ci vorrà tempo per svelarli.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

-Il nome del pilota che completerà la squadra ufficiale Honda nella prossima stagione è il segreto peggiore della storia. Tutti danno per scontato che Joan Mir, il Campione del Mondo MotoGP 2020, sia quello giusto. Anche se Pol Espargaró chiarirà che non è più con Honda quando annuncerà il suo accordo con KTM, cosa che potrebbe spianare la strada a HRC e Mir per annunciare il loro accordo, ci sono alcuni dettagli che indicano che questo fine settimana non sarà il momento dell'annuncio. Il primo è che la presenza di Marc al Red Bull Ring e la sua conferenza stampa metterebbero in ombra qualsiasi annuncio relativo al secondo pilota. L'altro motivo è che i funzionari Honda non hanno fretta di rendere pubblica la firma del maiorchino, sostenendo che prima di questo hanno altri problemi (la moto) da risolvere.

-Un altro posto che richiederà ancora qualche settimana, se non mesi, per essere confermato è quello del secondo pilota del team LCR-Honda, che ha annunciato qualche settimana fa l'ingaggio di Alex Rins. Il sedile, ora nelle mani di Takaaki Nakagami, è deciso direttamente da Honda Giappone e, sebbene ci sia molto interesse per la promozione del giovane Ai Ogura, il pilota giapponese non si è ancora deciso, il che potrebbe dare all'attuale occupante del posto un altro anno di possibilità.

-La "grande decisione" per la Ducati, che deve scegliere tra Jorge Martin ed Enea Bastianini per promuoverlo nel team ufficiale insieme a Pecco Bagnaia per sostituire Miller, non sarà annunciata in Austria. Come ha detto Paolo Ciabatti, la decisione sarà presa a fine agosto e, a quanto pare, il comunicato è stato letterale e si aspetterà il 31, mercoledì prima del Gran Premio di San Marino, per renderlo pubblico.

-Nonostante la sua presenza a Spielberg e la conferenza stampa che si preannuncia affollata, Marc Márquez non annuncerà una possibile data per il suo ritorno in sella alla Repsol Honda RC213V questo fine settimana. Marc si sottoporrà a un controllo medico alla fine di agosto e saranno i risultati di tale esame a determinare i tempi del suo possibile rientro.

Leggi anche:
condividi
commenti
MotoGP | Bastianini: "L'Austria mi piace, il target è stare davanti"
Articolo precedente

MotoGP | Bastianini: "L'Austria mi piace, il target è stare davanti"

Articolo successivo

MotoGP | Red Bull Ring: debutta la chicane per ridurre i pericoli

MotoGP | Red Bull Ring: debutta la chicane per ridurre i pericoli