MotoGP
23 ago
-
25 ago
Evento concluso
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
G
GP della Malesia
01 nov
-
03 nov
Prossimo evento tra
16 giorni
G
GP di Valencia
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
30 giorni

MotoGP, Buriram, Libere 3: Dovizioso azzarda le slick e vola

condividi
commenti
MotoGP, Buriram, Libere 3: Dovizioso azzarda le slick e vola
Di:
5 ott 2019, 04:57

Con la pista che andava via via asciugando, il ducatista ha messo tutti in fila in una FP3 accorciata a 35 minuti, azzardando le slick nel finale. Dietro di lui ci sono Morbidelli e Rins. Marquez è il primo con le rain.

La pioggia ha messo lo zampino anche sulla terza sessione di prove libere del GP di Thailandia di classe MotoGP. Non perché sia tornata a bagnare la pista di Buriram, ma perché si è nuovamente intasato il canale di scolo all'esterno della curva 1, obbligando la Direzione Gara a nuovi lavori e ad un ulteriore ritardo.

Un nuovo ritardo che ha imposto anche di ritoccare la durata della sessione. Nel primo programma modificato, infatti, la FP3 della classe regina era rimasta di 45 minuti, ma questo nuovo stop ha costretto ad accorciarla a 35 minuti per fare in modo di lasciare invariato il programma delle qualifiche, che al momento dovrebbe ancora scattare alle 7:35 italiane.

Nell'arco di questi 35 minuti, il sole ha cominciato a splendere su Buriram, quindi le traiettorie sono andate via via asciugando, ad eccezione della famigerata curva 1. In ogni caso, alla fine sono stati i piloti che hanno azzardato le gomme slick quelli che hanno preso le posizioni di vertice nella classifica.

Il più veloce, infatti, è stato Andrea Dovizioso, che con la sua Ducati è sceso fino a 1'36"250, staccando di ben 824 millesimi la Yamaha Petronas di un ottimo Franco Morbidelli e di 1"3 la Suzuki di Alex Rins.

Il primo tra i piloti che hanno continuato con le gomme da bagnato fino alla fine è stato invece Marc Marquez, quarto con la sua Honda in 1'38"864 e tallonato ad un soffio dalla Yamaha di Maverick Vinales, che come lui ha proseguito con le rain fino alla bandiera a scacchi.

E' chiaro però che in queste condizioni la classifica ha un valore abbastanza relativo, perché davanti troviamo probabilmente quei piloti che se la sono sentita di rischiare un po' di più rispetto agli altri. E in questo senso non deve stupire la sesta posizione della Ducati Avintia di Karel Abraham, pure lui dotato di gomme slick.

Solo nono invece Fabio Quartararo, che pure lui ha continuato con le rain ed è alle spalle anche della Honda LCR di Cal Crutchlow e della Suzuki di Joan Mir con la sua Yamaha Petronas. A completare la top 10 c'è poi la KTM Tech 3 di Miguel Oliveira, mentre Valentino Rossi ne è rimasto subito fuori con la sua Yamaha, pagando quasi 4".

Sull'umido ha fatto un passetto in avanti Jorge Lorenzo, risalito fino alla 15esima posizione con la sua Honda, giusto davanti alla Ducati Pramac di Pecco Bagnaia. Attardato invece Danilo Petrucci, che è solo 19esimo ad oltre 5" dal compagno di box. Con i suoi 9 giri però il ducatista è tra quelli che hanno girato di meno, oltre alle due Aprilia di Andrea Iannone ed Aleix Espargaro, che infatti sono in coda.

I dieci piloti che hanno accesso diretto alla Q2 rimangono quindi gli stessi che si erano guadagnati la top 10 ieri. Questo vuol dire che ci saranno le Yamaha di Quartararo, Vinales, Morbidelli e Rossi, le Ducati di Miller e Dovizioso, la Honda di Marquez, l'Aprilia di Aleix Espargaro e le due Suzuki di Mir e Rins.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 13 1'36.250 170.331
2 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 16 1'37.074 0.824 0.824 168.885
3 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 14 1'37.644 1.394 0.570 167.899
4 Spain Marc Márquez Alentà
Honda 13 1'38.864 2.614 1.220 165.827
5 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 14 1'38.949 2.699 0.085 165.685
6 Czech Republic Karel Abraham
Ducati 14 1'39.057 2.807 0.108 165.504
7 United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 14 1'39.502 3.252 0.445 164.764
8 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 14 1'39.926 3.676 0.424 164.065
9 France Fabio Quartararo
Yamaha 14 1'40.019 3.769 0.093 163.912
10 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 14 1'40.152 3.902 0.133 163.695
11 Italy Valentino Rossi
Yamaha 16 1'40.232 3.982 0.080 163.564
12 Australia Jack Peter Miller
Ducati 12 1'40.289 4.039 0.057 163.471
13 Finland Mika Kallio
KTM 13 1'40.389 4.139 0.10 163.308
14 Japan Takaaki Nakagami
Honda 16 1'40.463 4.213 0.074 163.188
15 Spain Jorge Lorenzo Guerrero
Honda 13 1'40.886 4.636 0.423 162.504
16 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 15 1'41.251 5.001 0.365 161.918
17 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 16 1'41.351 5.101 0.10 161.758
18 Malaysia Hafizh Syahrin Abdullah
KTM 14 1'41.409 5.159 0.058 161.666
19 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 9 1'41.570 5.320 0.161 161.409
20 Italy Andrea Iannone
Aprilia 8 1'42.301 6.051 0.731 160.256
21 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 10 1'42.559 6.309 0.258 159.853
Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 5 1'45.425 9.175 2.866 155.507
Articolo successivo
MotoGP, Cambia il programma: FP3 Moto2 e Moto3 ridotte a 30 minuti

Articolo precedente

MotoGP, Cambia il programma: FP3 Moto2 e Moto3 ridotte a 30 minuti

Articolo successivo

LIVE MotoGP, GP di Thailandia: Libere 4 e Qualifiche

LIVE MotoGP, GP di Thailandia: Libere 4 e Qualifiche
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP della Tailandia
Sotto-evento FP3
Location Chang International Circuit
Autore Matteo Nugnes