Burgess felice per la seconda giovinezza di Valentino

Burgess felice per la seconda giovinezza di Valentino

Jeremy era nel paddock a Phillip Island: "Non si trovava male con me, cercava solo stimoli diversi"

Nel paddock di Phillip Island si è rivista una vecchia conoscenza della MotoGp. In occasione della gara di casa, infatti, non poteva mancare Jeremy Burgess. L'ex capotecnico di Valentino Rossi si è detto felice per l'ottimo stato di forma trovato dall'amico di tanti successi, dopo che in un primo momento aveva lasciato intendere di non aver gradito troppo la separazione arrivata dopo 14 anni e 7 titoli iridati insieme.

"Questo secondo anno in Yamaha ha proposto un Valentino molto più a suo agio sulla moto rispetto a quando la lasciammo alla fine del 2010 per andare alla Ducati. Già alla fine dell'anno scorso si vedeva che stavamo migliorando" ha detto Burgess alla Gazzetta dello Sport.

Sulle motivazioni della scelta di Valentino, ha aggiunto: "E poi c'era la nuova sfida. Ad un certo punto anche André Agassi ha deciso di lasciare il suo allenatore per dimostrare di essere ancora grande. Non perché si trovasse male, ma perché cercava stimoli diversi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie