MotoGP
18 set
Warm Up in
08 Ore
:
52 Minuti
:
41 Secondi
09 ott
Prossimo evento tra
19 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
33 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
47 giorni
13 nov
Prossimo evento tra
54 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
61 giorni

MotoGP, Brno, Libere 1: Nakagami stupisce ancora

condividi
commenti
MotoGP, Brno, Libere 1: Nakagami stupisce ancora
Di:

Il pilota della Honda LCR è il più veloce davanti alla Suzuki di Mir ed alla KTM di Espargaro. Vinales cade, ma è il primo dei big davanti a Dovizioso. Rossi ottavo.

Marc Marquez non c'è, ma a sorpresa c'è comunque una Honda davanti a tutti alla conclusione della prima sessione di prove libere del Gran Premio di Repubblica Ceca di MotoGP. Dopo il grande quarto posto di Jerez, Takaaki Nakagami ha iniziato alla grande anche il weekend di Brno, piazzando la sua RC213V del Team LCR davanti a tutti in 1'57"353.

Il tutto al termine di un turno ancora una volta serratissimo, che ha visto ben 15 piloti racchiusi nello spazio di meno di mezzo secondo, ma anche i big che probabilmente non hanno ancora mostrato tutto il loro potenziale.

Alle spalle di Nakagami, c'è la Suzuki di Joan Mir, che forse aveva anche bisogno di esorcizzare il tracciato su cui lo scorso anno aveva fatto un brutto incidente durante i test, che lo aveva costretto ad uno stop. Lo spagnolo alla fine ha chiuso con soli 11 millesimi di ritardo.

Bene anche la KTM, con Pol Espargaro bravissimo a portare la RC16 in terza piazza a soli 39 millesimi dalla vetta. Tra le altre cose, anche Brad Binder era riuscito a realizzare un crono in linea con quello del compagno di squadra, ma poi se lo è visto cancellare e quindi per ora si deve accontentare del 16esimo posto.

In quarta piazza c'è la migliore delle Ducati e anche in questo caso si tratta di una sorpresa, perché è quella con i colori Avintia affidata a Johann Zarco. Quinta invece la migliore delle Yamaha, quella di Maverick Vinales, con lo spagnolo che si è anche reso protagonista di una scivolata alla curva 13 nelle prime fasi del turno.

A seguire c'è un bel gruppetto competto di piloti di casa nostra, capitanato dalla Ducati di un Andrea Dovizioso che sembra aver iniziato il weekend con un piglio migliore rispetto a Jerez e precede il compagno di squadra Danilo Petrucci: entrambi sono distanziati di meno di tre decimi dalla vetta.

Continuando a scorrere la classifica ci sono poi le due Yamaha di Valentino Rossi e Franco Morbidelli, con il "Dottore" che ha ottenuto la sua prestazione con una coppia di gomme dure ed anche lui è rimasto al di sotto dei tre decimi di ritardo.

Il quadro dei piloti che al momento avrebbero accesso diretto alla Q2 si completa con Cal Crutchlow, apparso in condizioni fisiche migliori rispetto a due settimane fa. Per il momento, dunque, mancherebbe l'Aprilia nel segmento decisivo della qualifica, con Aleix Espargaro che invece si è fermato in 11esima piazza, a 36 millesimi dal britannico.

Segue la Suzuki di un Alex Rins ancora non al 100% della condizione dopo l'infortunio alla spalla rimediato a Jerez 1. Non deve stupire invece il fatto che il leader iridato Fabio Quartararo sia solamente in 13esima posizione, perché il portacolori della Yamaha Petronas ci ha abituati a lavorare solo in ottica gara nella FP1 del venerdì.

Stesso discorso che vale anche per Pecco Bagnaia, autore del 15esimo tempo, alle spalle della Ducati Pramac gemella di Jack Miller, ma anche vittima di un incidente alla curva 1 proprio nel finale del turno. Anche l'australiano invece ha avuto un bel brivido alla curva 13, riuscendo a non cadere nonostante una chiusura dell'anteriore, ma finendo nella ghiaia.

All'appello mancano quindi le due Honda con i colori Repsol: quella del rookie Alex Marquez è in 18esima posizione, staccata di circa 1"2. Se la passa anche peggio il sostituto del fratello, il tedesco Stefan Bradl, ultimo a poco meno di 2" con l'altra RC213V ufficiale.

Guarda il Gran Premio Monster Energy di Repubblica Ceca live su DAZN. Attiva ora

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Japan Takaaki Nakagami
Honda 17 1'57.353 165.746
2 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 17 1'57.364 0.011 0.011 165.730
3 Spain Pol Espargaró Villà
KTM 16 1'57.392 0.039 0.028 165.691
4 France Johann Zarco
Ducati 18 1'57.460 0.107 0.068 165.595
5 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 14 1'57.565 0.212 0.105 165.447
6 Italy Andrea Dovizioso
Ducati 16 1'57.632 0.279 0.067 165.352
7 Italy Danilo Carlo Petrucci
Ducati 13 1'57.638 0.285 0.006 165.344
8 Italy Valentino Rossi
Yamaha 17 1'57.646 0.293 0.008 165.333
9 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 18 1'57.718 0.365 0.072 165.232
10 United Kingdom Cal Crutchlow
Honda 17 1'57.753 0.400 0.035 165.183
11 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 14 1'57.789 0.436 0.036 165.132
12 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 14 1'57.823 0.470 0.034 165.084
13 France Fabio Quartararo
Yamaha 18 1'57.831 0.478 0.008 165.073
14 Australia Jack Peter Miller
Ducati 15 1'57.836 0.483 0.005 165.066
15 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 14 1'57.839 0.486 0.003 165.062
16 South Africa Brad Binder
KTM 17 1'58.013 0.660 0.174 165.023
17 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 17 1'58.161 0.808 0.148 164.612
18 Spain Alex Marquez
Honda 18 1'58.579 1.226 0.418 164.032
19 Spain Esteve "Tito" Rabat Bergada
Ducati 15 1'58.728 1.375 0.149 163.826
20 United Kingdom Bradley Smith
Aprilia 14 1'58.817 1.464 0.089 163.703
21 Spain Iker Lecuona
KTM 19 1'59.136 1.783 0.319 163.265
22 Germany Stefan Bradl
Honda 16 1'59.193 1.840 0.057 163.187
Rins: "Se cado, all'80% mi può uscire la spalla"

Articolo precedente

Rins: "Se cado, all'80% mi può uscire la spalla"

Articolo successivo

Bagnaia in ospedale per accertamenti al ginocchio

Bagnaia in ospedale per accertamenti al ginocchio
Carica i commenti