MotoGP | Bastianini: "I primi 7-8 giri non vedevo niente"

Il pilota del Gresini Racing è soddisfatto del sesto posto di Buriram, soprattutto per il passo avanti mostrato sul bagnato, ma anche perché ha tenuto vive le sue speranze di titolo. Inoltre "Bestia" ha rivelato che nei primi giri la visibilità era veramente al limite, soprattutto sui rettilinei.

MotoGP | Bastianini: "I primi 7-8 giri non vedevo niente"

Probabilmente neanche lui avrebbe scommesso che un sesto posto avrebbe tenuto vive le sue speranze iridate a tre gare dal termine, ma quella di Buriram è stata una domenica migliore del previsto per Enea Bastianini. Non solo per la classifica, ma perché finalmente è riuscito ad essere competitivo anche sul bagnato, una condizione che fino ad ora gli era stata sempre avversa nella sua avventura in MotoGP.

Come detto, i 10 punti ottenuti in Thailandia sono stati preziosi, perché il leader Fabio Quartararo è rimasto fuori dalla zona punti e quindi il gap si è ridotto a 39 punti. Che con soli 75 rimasti in palio sono tanti, ma lasciano ancora un piccolo spiraglio alla speranza. Inoltre, l'aver fatto questo step, per di più in condizioni molto difficili, può essere di buon auspicio per il futuro.

"Alla fine il risultato non è male, è un sesto posto importante. E' stata molto dura, soprattutto all'inizio, perché c'era molto acqua sull'asfalto e nei primi 7-8 giri non si vedeva niente sui rettilinei. Senza avere riferimenti davanti, era un vero disastro guidare. Poi, quando le condizioni sono migliorate, ho preso un buon ritmo ed ero abbastanza veloce. Sono contento, perché credo di essere migliorato in queste condizioni e sarà importante per il mio futuro", ha detto Bastianini dopo la gara.

Enea Bastianini, Gresini Racing

Enea Bastianini, Gresini Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

La visibilità non è stata la sola insidia, quindi "Bestia" si tiene stretto il suo sesto posto finale: "Sarebbe stato difficile fare di più, soprattutto nella parte centrale della gara, perché ogni volta che provare a frenare più forte finivo lungo. Mi è capitato anche di perdere l'anteriore a centro curva. Non è stata una gara per niente facile".

Tra l'altro, all'inizio ha avuto anche un problema con una mappa che ha condizionato l'avvio della corsa, rendendola ancora di più in salita: "Peccato che all'inizio avessi quella sbagliata, quindi non ho avuto la spinta giusta in uscita dalla curva 1 e ho perso diverse posizioni. Al secondo giro sono riuscito a cambiarla, ma il problema è che poi stando dietro alle altre moto non vedevo veramente niente", ha concluso.

Leggi anche:
condividi
commenti
Video | Report MotoGP: Sta vincendo Pecco o perdendo Fabio?
Articolo precedente

Video | Report MotoGP: Sta vincendo Pecco o perdendo Fabio?

Articolo successivo

MotoGP | Quartararo: una "fuga" dal campionato

MotoGP | Quartararo: una "fuga" dal campionato