MotoGP, Barcellona: Oliveira riporta alla vittoria la KTM

Bellissima vittoria del portoghese, che si mette subito davanti e resiste ai tentativi d'attacco di Quartararo prima e Zarco poi. Fabio ha un problema con la tuta e chiude terzo, ma poi viene penalizzato per un taglio e scivola quarto. Sul podio quindi ci sono le due Ducati di Johann e di Miller. Solo settimo Bagnaia, ritirati Marquez e Rossi.

MotoGP, Barcellona: Oliveira riporta alla vittoria la KTM

Che la KTM avesse imboccato la strada giusta con il telaio nuovo lo si era capito al Mugello, ma probabilmente nessuno avrebbe scommesso su una vittoria della Casa austriaca a Barcellona, soprattutto in virtù del passo mostrato da Fabio Quartararo per tutto il weekend del Gran Premio di Catalogna.

Invece a festa festa è stato proprio Miguel Oliveira, autore di una gara davvero strepitosa, e capace così di andare a centrare la sua terza vittoria in carriera in MotoGP. Il portoghese ha preso il comando delle operazioni da subito, provando anche a scavare un solco mentre Quartararo rimaneva invischiato nel traffico, nonostante montasse una gomma dura non solo al posteriore, ma anche all'anteriore.

Nella parte centrale della corsa però il rivale della Yamaha sembrava averne di più e, dopo averlo riagganciato, ha anche trovato il sorpasso alla curva 5, con quella che sembrava quasi una sentenza. Oliveira però non si è arreso e al 15esimo giro ha sfruttato il motore della RC16 per rimettersi davanti sul rettilineo di partenza.

A questo punto è iniziata una fase di studio, con nessuno dei due che sembrava voler dare lo strappo decisivo e questo ha permesso di riavvicinarsi anche alle Ducati di Johann Zarco e Jack Miller. Il colpo di scena però è arrivato a poche tornate dal termine, quando Quartararo ha avuto un problema con la tuta, che si è aperta, lasciandolo praticamente a petto nudo. Per il francese è stato inevitabile rallentare e cedere quindi la seconda posizione a Zarco.

Il portacolori della Ducati Pramac negli ultimi tre giri si è messo in testa l'idea di provarci e ci è arrivato veramente vicino, perché sotto la bandiera a scacchi Oliveira lo ha preceduto di appena 175 millesimi. Ma per Zarco è comunque un risultato importante, il quarto podio stagionale, ma soprattutto un piazzamento che lo riporta a soli 17 punti da Quartararo.

Le disavventure del pilota della Yamaha infatti non erano finite: pur avendo tagliato il traguardo in terza posizione, si è visto arretrare in quarta per una penalità di 3" ricevuta per un taglio tra le curve 1 e 2 nel tentativo di difendersi da Miller, che quindi ha artigliato il gradino più basso del podio, portandosi a -28 nel Mondiale.

Se i primi quattro avevano montato tutti delle gomme dure al posteriore, a seguire troviamo un terzetto di piloti che invece avevano optato per la media, che si è rivelata la scelta sbagliata. Joan Mir all'inizio era anche riuscito a proporsi nel trenino di testa con la sua Suzuki, ma poi alla lunga ha pagato il degrado degli pneumatici. Gara opposta invece per Maverick Vinales, sesto, venuto fuori alla distanza, ma incapace di andare ad infilare il connazionale nel finale.

Pecco Bagnaia invece ha pagato una bruttissima partenza, che lo aveva addirittura visto arretrare fino alla 13esima posizione. Poi ha rimontato fino alla settima, dando vita anche ad un bel duello con la KTM di Brad Binder, ma ormai i primi erano troppo distanti e quindi si è dovuto accontentare di un settimo posto che lo pone a -30 nel Mondiale.

Gara deludente anche per Franco Morbidelli, che per tutto il weekend aveva mostrato un passo davvero interessante, ma poi è partito davvero male e quindi ha perso il contatto con il gruppo dei migliori, ritrovandosi a chiudere 15esimo con un ritardo di 15". Dietro di lui, a punti ci vanno anche Enea Bastianini e Luca Marini, rispettivamente decimo e 12esimo con le Ducati di Avintia, e Lorenzo Savadori, 15esimo con l'Aprilia.

Si è parlato tanto della nuova curva 10 e bisogna dire che oggi ha fatto delle vittime particolarmente illustri: il primo a scivolare è stato infatti Marc Marquez, che probabilmente ha esagerato per provare a stare nel trenino dei migliori con la sua Honda. Poi è stato la volta di Aleix Espargaro, protagonista con la sua Aprilia nella prima fase, ma tradito dalla scelta azzardata della gomma soft al posteriore.

Infine, è stata la volta di Valentino Rossi, che proprio come un anno fa ha visto il suo GP di Catalogna concludersi nella via di fuga, ma questa volta quando era solo in 13esima posizione. Purtroppo l'elenco dei ritirati poi contempla anche Danilo Petrucci, scivolato alla curva 9, e pure Pol Espargaro, primo a ritirarsi per una caduta alla curva 5.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari Punti
1 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 24 40'21.749 166.1 25
2 France Johann Zarco
Ducati 24 40'21.924 0.175 0.175 166.1 20
3 Australia Jack Peter Miller
Ducati 24 40'23.739 1.990 1.815 166.0 16
4 France Fabio Quartararo
Yamaha 24 40'26.564 4.815 2.825 166.0 13
5 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 24 40'27.074 5.325 0.510 165.7 11
6 Spain Maverick Ruiz Viñales
Yamaha 24 40'28.030 6.281 0.956 165.7 10
7 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 24 40'29.924 8.175 1.894 165.5 9
8 South Africa Brad Binder
KTM 24 40'30.127 8.378 0.203 165.5 8
9 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 24 40'37.401 15.652 7.274 165.0 7
10 Italy Enea Bastianini
Ducati 24 40'41.046 19.297 3.645 164.8 6
11 Spain Alex Marquez
Honda 24 40'43.399 21.650 2.353 164.6 5
12 Italy Luca Marini
Ducati 24 40'44.282 22.533 0.883 164.6 4
13 Japan Takaaki Nakagami
Honda 24 40'49.582 27.833 5.300 164.2 3
14 Spain Jorge Martin
Ducati 24 40'50.824 29.075 1.242 164.1 2
15 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 24 41'02.040 40.291 11.216 163.4 1
Spain Iker Lecuona
KTM 16 27'01.887 8 Laps 8 Laps 165.3
Italy Valentino Rossi
Yamaha 15 25'24.511 9 Laps 1 Lap 164.9
Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 10 16'52.680 14 Laps 5 Laps 165.5
Spain Marc Márquez Alentà
Honda 7 11'51.134 17 Laps 3 Laps 165.0
Italy Danilo Carlo Petrucci
KTM 5 8'33.342 19 Laps 2 Laps 163.2
Spain Pol Espargaró Villà
Honda 4 6'49.922 20 Laps 1 Lap 163.5
condividi
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio di Catalogna: Gara
Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio di Catalogna: Gara

Articolo successivo

Zarco: "20 punti preziosi per il campionato"

Zarco: "20 punti preziosi per il campionato"
Carica i commenti