MotoGP
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
32 giorni
14 mag
-
17 mag
Prossimo evento tra
46 giorni
G
GP d'Italia
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
60 giorni
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
67 giorni
G
GP di Germania
18 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
81 giorni
G
GP d'Olanda
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
88 giorni
G
GP di Finlandia
09 lug
-
12 lug
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
130 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
137 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
151 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
165 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
180 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
187 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
200 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
214 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
229 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
243 giorni

MotoGP, Barcellona, Libere 3: Rins mette la Suzuki al top, che volo per Morbidelli!

condividi
commenti
MotoGP, Barcellona, Libere 3: Rins mette la Suzuki al top, che volo per Morbidelli!
Di:
15 giu 2019, 08:58

Lo spagnolo vola con le gomme medie e precede Quartararo e Crutchlow. Questa volta i big sono tutti in Q2, con Rossi quarto, Dovi sesto e Marquez nono davanti a Lorenzo. Brutto highside alla 13 per Morbidelli.

16 piloti racchiusi nello spazio di meno di un secondo sono sicuramente un grande antipasto per le qualifiche del Gran Premio di Catalogna di oggi pomeriggio, al termine di una terza sessione di prove libere che ha regalato una grande battaglia per definire il quadro dei dieci piloti che entrano direttamente nella Q2.

Purtroppo parliamo anche di una sessione che si è conclusa anzitempo per Franco Morbidelli, vittima veramente di una bruttissima cadutu alla curva 13: il pilota della Yamaha Petronas è stato "lanciato" in aria da un violento highside ed è rimasto dolorante nella via di fuga. Franco era cosciente, ma è stato portato via in ambulanza, quindi ora attendiamo notizie sulle sue condizioni, anche se sembra che se la possa essere cavata solo con una forte abrasione al piede destro.

Passando a parlare di quello che è successo in pista, è stata veramente mostruosa la prestazione di Alex Rins, perché il pilota della Suzuki ha messo tutti in fila realizzando il suo 1'39"547 con una coppia di gomme medie sulla sua GSX-RR. Una prestazione davvero mostrosa, se si pensa che tutti i suoi inseguitori invece hanno ottenuto i loro best con due morbide.

Leggi anche:

Tra quelli particolarmente in forma c'è sicuramente Fabio Quartararo, secondo a 36 millesimi con la Yamaha Petronas, ma anche lui autore di una scivolata senza conseguenze nel finale alla curva 2. Stesso punto in cui è scivolato anche Pecco Bagnaia, che quindi non è riuscito a migliorare il crono che aveva ottenuto ieri e si ritrova tra i piloti che pomeriggio dovranno affrontare la Q1.

Continuando a scorrere la classifica, in terza posizione c'è la prima delle Honda e a sorpresa si tratta di quella di Cal Crutchlow, che proprio sotto alla bandiera a scacchi ha firmato l'1'39"711 che gli ha fatto fare un grande balzo in classifica. Nella top 10 ci sono anche le due RC213V ufficiali di Marc Marquez e Jorge Lorenzo, che però non sono riusciti a fare meglio del nono e del decimo tempo, con il leader del Mondiale che nel finale ha mandato a quel paese il compagno di squadra per averlo ostacolato nel suo giro lanciato.

Le cose sono andate decisamente meglio in casa Yamaha, perché oltre al secondo tempo di Quartararo, ci sono stati anche il quarto ed il quinto delle due M1 ufficiali di Valentino Rossi e di Maverick Vinales, che tra le altre cose hanno chiuso con distacchi molto contenuti: 175 millesimi per il "Dottore" e 209 per lo spagnolo.

Leggermente più indietro le due Ducati ufficiali, con Andrea Dovizioso che si è dovuto accontentare della sesta posizione, anche se pure nel suo caso parliamo di gap dalla vetta di appena 222 millesimi. Il compagno Danilo Petrucci occupa invece l'ottava posizione a 371 millesimi e tra le due Desmosedici GP si è infilata ancora la KTM, che con Pol Espargaro sta vivendo un momento di grande forma: per la Casa austriaca si tratta della terza Q2 diretta consecutiva.

Mastica amaro invece Jack Miller, rimasto escluso dalla Q2 per appena 18 millesimi a favore di Lorenzo. L'australiano si è anche reso protagonista di un drittone alla curva 9, fortunatamente senza conseguenze. E' finito lungo alla curva 10 invece Takaaki Nakagami, che lo segue in 12esima posizione con la Honda LCR, giusto davanti ad un Morbidelli che era nella top 10 prima del suo incidente, ma che poi non ha più potuto migliorare.

Bisogna scorrere la classifica fino alla 15esima posizione per trovare invece la migliore delle Aprilia, che è quella di Aleix Espargaro. Se non altro, la buona notizia per la Casa di Noale è che questa volta Andrea Iannone è riuscito ad avere delle prestazioni in linea con il compagno di box ed è importante, perché questo è l'obiettivo a breve termine del pilota di Vasto.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Alex Rins Suzuki 19 1'39.547     170.946
2 France Fabio Quartararo Yamaha 16 1'39.583 0.036 0.036 170.884
3 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 19 1'39.711 0.164 0.128 170.665
4 Italy Valentino Rossi Yamaha 20 1'39.722 0.175 0.011 170.646
5 Spain Maverick Viñales Yamaha 22 1'39.756 0.209 0.034 170.588
6 Italy Andrea Dovizioso Ducati 18 1'39.769 0.222 0.013 170.566
7 Spain Pol Espargaro KTM 18 1'39.857 0.310 0.088 170.415
8 Italy Danilo Petrucci Ducati 19 1'39.918 0.371 0.061 170.311
9 Spain Marc Márquez Alenta Honda 19 1'39.923 0.376 0.005 170.303
10 Spain Jorge Lorenzo Honda 18 1'39.949 0.402 0.026 170.258
11 Australia Jack Miller Ducati 19 1'39.967 0.420 0.018 170.228
12 Japan Takaaki Nakagami Honda 18 1'40.067 0.520 0.100 170.058
13 Italy Franco Morbidelli Yamaha 13 1'40.079 0.532 0.012 170.037
14 Spain Joan Mir Suzuki 19 1'40.158 0.611 0.079 169.903
15 Spain Aleix Espargaro Aprilia 17 1'40.366 0.819 0.208 169.551
16 Italy Andrea Iannone Aprilia 19 1'40.454 0.907 0.088 169.402
17 Italy Francesco Bagnaia Ducati 13 1'40.582 1.035 0.128 169.187
18 Czech Republic Karel Abraham Ducati 17 1'40.761 1.214 0.179 168.886
19 France Johann Zarco KTM 16 1'40.942 1.395 0.181 168.583
20 Spain Tito Rabat Ducati 20 1'40.996 1.449 0.054 168.493
21 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 17 1'41.023 1.476 0.027 168.448
22 Portugal Miguel Oliveira KTM 20 1'41.102 1.555 0.079 168.317
23 France Sylvain Guintoli Suzuki 16 1'41.115 1.568 0.013 168.295
24 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 18 1'41.498 1.951 0.383 167.660
Articolo successivo
LIVE MotoGP: GP della Catalogna, Prove Libere 3

Articolo precedente

LIVE MotoGP: GP della Catalogna, Prove Libere 3

Articolo successivo

LIVE MotoGP: GP della Catalogna, Prove Libere 4 e Qualifiche

LIVE MotoGP: GP della Catalogna, Prove Libere 4 e Qualifiche
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP della Catalogna
Sotto-evento FP3
Location Circuit de Barcelona-Catalunya
Autore Matteo Nugnes