MotoGP | Bagnaia: “Con la Ducati 2022 si può già correre una gara”

Francesco Bagnaia afferma che la Ducati del 2022 è già una moto da gara a seguito del primo test con il nuovo prototipo provato a Jerez lo scorso novembre.

MotoGP | Bagnaia: “Con la Ducati 2022 si può già correre una gara”

Nel 2021, Pecco Bagnaia ha conquistato quattro vittorie e ha chiuso in seconda posizione nella classifica mondiale mancando il titolo di 26 punti, al termine di una seconda parte di stagione incredibilmente solida. Ducati ha vinto più gare di qualsiasi altro costruttore nel 2021, quattro con Bagnaia, due con Jack Miller e una con il rookie del team Pramac Jorge Martin, per un totale di sette. Questo ha permesso a Ducati di vincere il titolo costruttori per il secondo anno consecutivo.

Al termine della stagione 2021, il vicecampione del mondo aveva affermato che la Ducati fosse una moto perfetta, ma che a Bologna fossero riusciti a migliorare ancora il prototipo 2022 nei test di Jerez di fine anno, in cui il piemontese è andato molto forte. Pecco ha detto che Ducati ha messo in atto i feedback che tutti i piloti avevano dato per la moto 2022 e crede che fosse pronta per una gara già a Jerez.

“Penso che Ducati abbiamo ascoltato molto tutti i piloti: me, Jack, Zarco e Martin, perché avevo chiesto una moto più semplice. Tutti dicono che Ducati sia la moto più semplice, più veloce, migliore da usare”, ha dichiarato Bagnaia al podcast di Motorsport Tank Slappers. “Ma è una cosa che non capisco, io non dico che un’altra moto sia migliore, perché non l’ho provata. Quindi è molto difficile dire qualcosa sulle altre moto senza averle provate”.

“Io avevo chiesto una moto più facile da guidare nelle piste con le curve veloci, perché la nostra moto non è così facile in quelle situazioni. Ma con la nuova carena ho iniziato a sentirmi meglio, anche se ha ancora qualche punto debole. Quindi sono sicuro che gli ingegneri stanno lavorando molto su quell’aspetto. Nel test di Jerez il nostro tempo è stato incredibile perché l’ho fatto con il serbatoio pieno e con le gomme medie. È stato pazzesco se pensiamo che era una nuova moto, e ogni volta che cominci con una nuova moto devi adattarti. Io ho iniziato bene, ho lavorato molto nei due giorni e alla seconda giornata mi sentivo già a posto, si poteva già andare in gara. Se la gara fosse stata il giorno dopo, l’avrei fatta con quella moto. Quindi gli ingegneri Ducati hanno fatto un lavoro incredibile con la moto del prossimo anno e sono sicuro che per i test in Malesia avremo alcune nuove sorprese”.

I test pre-stagionali della stagione 2022 inizieranno in Malesia, a Sepang, il 5 febbraio. Si tratterà di due giorni di test ufficiali, prima di volare in Indonesia per altri tre giorni di test sulla pista di Mandalika, la settimana successiva.

condividi
commenti
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon
Articolo precedente

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Articolo successivo

Rea: “Ecco perché le wild card non vincono più in MotoGP”

Rea: “Ecco perché le wild card non vincono più in MotoGP”
Carica i commenti