Iannone: "Non riesco a sfruttare bene la gomma soft"

Il ducatista fatica a trovare la prestazione sul giro secco, ma ha un buon passo gara con la media

Iannone:

La giornata del sabato ad Austin è stata piuttosto complicata per Andrea Iannone. Il pilota di Vasto infatti ha terminato le FP3 in undicesima posizione e quindi ha dovuto prendere parte alla prima sessione di qualifica (Q1). Nel corso delle FP4 che precedono le qualifiche, Iannone è riuscito a migliorare il feeling con la sua Ducati GP15 e ad ottenere il quinto crono.

Nella Q1, utilizzando la gomma posteriore media, Andrea ha segnato il miglior tempo in 2’03”644, che gli ha garantito l’accesso alle Q2. Nella sessione decisiva il pilota abruzzese non è però riuscito a sfruttare al meglio la gomma morbida ed è quindi tornato in pista con lo pneumatico posteriore medio, segnando un buon tempo (2’02”792) che però non gli ha consentito di andar oltre il settimo tempo, e quindi partirà dalla terza fila per il Gp of the Americas.

"Sinceramente non sono molto soddisfatto delle mie qualifiche e della mia posizione in griglia, però sono invece ottimista in ottica gara perché con la gomma media riesco ad tenere un buon passo, e in FP3 e FP4 abbiamo superato la distanza di gara utilizzando sempre lo stesso pneumatico. Purtroppo ho ancora qualche difficoltà in qualifica e non riesco a sfruttare bene la gomma morbida, che mi avrebbe potuto dare una mano per partire più avanti, e questa è una cosa su cui dovremo lavorare insieme alla mia squadra" ha detto Iannone.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie