Pedrosa: "E' stata davvero una brutta giornata"

Pedrosa: "E' stata davvero una brutta giornata"

Ottavo posto finale per lo spagnolo, che però ha avuto difficoltà in gara anche a causa di una ferita a un dito

Quella di ieri è stata una giornata da dimenticare per Daniel Pedrosa. Sin dal Warm Up di Assen il pilota spagnolo ha dovuto fare i conti con una moto non perfetta, che senza preavviso lo ha catapultato a terra e gli ha procurato una fastidiosa ferita a una mano.

Nell'incidente della mattina, la moto dello spagnolo ha subito danni importanti, nonostante sia solo scivolata nella via di fuga. Nel pomeriggio, invece, "Camomillo" non è riuscito a trovare il giusto ritmo e ha dovuto combattere per le posizioni di rincalzo con le Ducati del team Pramac, le Yamaha Tech3 e le Suzuki ufficiali. Al termine delle ostilità Pedrosa si è dovuto accontentare dell'ottavo posto, una posizione del tutto differente rispetto al podio colto nell'ultima gara prima del Gran Premio d'Olanda.

"E' stata davvero una brutta giornata per me. Ieri mattina sono caduto in modo strano, perdendo senza alcun preavviso l'anteriore della moto mentre non ero nemmeno piegato per impostare la curva. Purtroppo, nella scivolata, la moto si è danneggiata e mi sono accorto di avere un taglio a un dito una volta tolto il guanto. In gara ho dovuto utilizzare la seconda moto e anche con questa ho avuto un problema. In partenza, una volta staccata la frizione, la moto non ha reagito, dunque ho dovuto lasciarla completamente per iniziare a muoverla dalla griglia. Sono passato dal quarto posto al tredicesimo, perdendo molte posizioni. Non solo, ho avuto problemi anche con i freni nel corso della gara. E' stato difficile adattarsi ma poi sono riuscito a recuperare qualche posizione. All'ultimo giro, mentre ero in lotta con Crutchlow, siamo entrati nella chicane e anche in quel frangente ho perso altre posizioni".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie