Lorenzo: "Mi aspettavo qualcosina in più"

Il maiorchino si lamenta per una M1 ancora troppo nervosa per i suoi gusti, ma domani vuole la prima fila

Lorenzo:

Jorge Lorenzo non è parso particolarmente contento dell'andamento della prima giornata di prove del Gp d'Olanda. Dopo i progressi fatti nei test di Barcellona ed Aragon, il maiorchino si aspettava una Yamaha M1 docile, invece si è ritrovato ancora una volta a fare i conti con una moto nervosa, che per ora non gli ha consentito di esprimersi al meglio, anche se comunque occupa la quarta posizione.

"Se devo essere onesto mi aspettavo qualcosina in più. Credevo che la moto potesse essere un pelo più dolce, perché abbiamo provato una soluzione che aveva funzionato bene nei test di Barcellona ed Aragon. Qui però non abbiamo ancora trovato la messa a punto giusta: la moto è abbastanza nervosa e non ci permette di mantenere un ritmo costante. Domani proveremo un setting nuovo per aumentare il peso sull'anteriore e provare a migliorare l'ingresso in curva" ha detto Jorge ai microfoni di Sky MotoGp HD.

Per domani c'è il rischio che la pioggia possa arrivare su Assen, ma lo spagnolo ne farebbe volentieri a meno, perché il suo obiettivo è migliorare la messa a punto della sua Yamaha ed avvicinarsi alle due Honda di Marc Marquez e Dani Pedrosa per insidiarle nella gara di sabato, possibilmente scattando dalla prima fila.

"Credo che il clima possa rappresentare una variabile molto importante, perché domani potrebbe piovere, e se così fosse potrebbe cambiare tutta la storia del weekend. Io sinceramente spero che ci sia asciutto per lavorare e provare a limare questi tre decimi che ci mancano per stare con Marquez, ma anche con Pedrosa, che è andato molto forte. L'obiettivo comunque è stato in prima fila e fare una bella partenza sabato" ha concluso.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie