Assen, Libere 3: dopo la pioggia svetta Valentino

Assen, Libere 3: dopo la pioggia svetta Valentino

Bautista ha provato a strappare un posto in Q2, ma è rimasto fuori per pochi decimi. Ai box gli altri big

La tanto attesa pioggia è arrivata a bagnare l'asfalto del tracciato di Assen proprio nei minuti iniziali della terza sessione di prove libere del Gp d'Olanda di MotoGp, lasciando di fatto invariato il quadro delle prime dieci posizioni per quanto riguarda l'accesso diretto alla Q2.

Va detto però che si è trattato di uno scroscio davvero breve e che la pista si è asciugata piuttosto rapidamente, consentendo nel finale di montare le gomme slick a quei piloti che dovevano tentare un assalto alla top ten.

Alla fine il più veloce è stato Valentino Rossi, che con la sua Yamaha è arrivato a girare in 1'34"650, arrivando quindi a circa quattro decimi dalla prestazione che aveva realizzato ieri. Il "Dottore" comunque era già qualificato, quindi quello che ci ha provato più fortemente è stato Alvaro Bautista: lo spagnolo della Honda Gresini però si è fermato a mezzo secondo dal tempo che valeva la decima piazza nella cumulativa alla Ducati di Andrea Dovizioso.

Tra i big, Valentino è stato l'unico ad andare a saggiare la pista nel finale, mentre la M1 gemella di Jorge Lorenzo e le due Honda ufficiali di Marc Marquez e Dani Pedrosa sono rimaste senza tempi. Questi quattro comunque saranno tutti in Q2, insieme al già citato Dovizioso, ai due fratelli Espargaro, Andrea Iannone, Bradley Smith e Stefan Bradl. Questo vuol dire che, oltre a Bautista, l'altro escluso di lusso che dovrà passare dalla Q1 è Cal Crutchlow.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi , Alvaro Bautista
Articolo di tipo Ultime notizie