MotoGP | Assen, Libere 3: Aleix di un soffio su Quartararo, Bagnaia 7°

Le Aprilia brillano con Espargaro primo nonostante una caduta e Vinales terzo. Tra di loro si infila la Yamaha di Quartararo, mentre la Suzuki sembra aver recuperato Rins, ottimo quarto davanti a Nakagami. La Ducati porta cinque moto in Q2, ma sembra un passetto più indietro con Bezzecchi sesto e Bagnaia settimo. Cadono Di Giannantonio, Morbidelli, Marini e Bastianini, che devono tutti passare dalla Q1.

MotoGP | Assen, Libere 3: Aleix di un soffio su Quartararo, Bagnaia 7°

Il meteo è stato clemente con i piloti della MotoGP nella mattinata di sabato. Il timore della pioggia è stato spazzato via dal sole sotto a cui si è svegliata Assen. Condizioni che hanno reso i minuti conclusivi della terza sessione di prove libere del Gran Premio d'Olanda quasi una sorta di mini qualifica, visto che in palio c'erano i dieci posti per l'accesso diretto alla Q2.

Quello che ha approfittato di più della situazione è senza ombra di dubbio Aleix Espargaro, che ha reagito alla grande al pasticcio di ieri pomeriggio, quando si era visto cancellare i tempi per aver utilizzato il "cucchiaio" omologato per il bagnato con le gomme slick, precipitando all'ultimo posto nella cumulativa.

Stamattina però ha ribaltato completamente la sua classifica, perché ha portato la sua Aprilia davanti a tutti con un crono di 1'32"164. Prestazione arrivata poco prima che il pilota di Granollers incappasse in una scivolata, fortunatamente senza conseguenze alla curva 3.

Le RS-GP comunque sono parse particolarmente in forma stamani, perché anche Maverick Vinales è riuscito a portare la sua in terza posizione, con un ritardo di appena 57 millesimi sulla moto gemella. L'unico che ha dato la sensazione di poter reggere il ritmo è stato Fabio Quartararo, che si è infilato tra le due moto di Noale con la sua Yamaha, mancando la vetta della classifica per appena 2 millesimi.

Buone notizie anche in casa Suzuki, perché Alex Rins sembra essersi messo definitivamente alle spalle l'infortunio al polso sinistro che gli aveva impedito di correre domenica scorsa al Sachsenring. Lo spagnolo infatti è quarto a 156 millesimi e non sembra messo male neppure a livello di passo. Il rovescio della medaglia è che Joan Mir, che nelle prime fasi del turno ha avuto un problema con una carena che si è staccata, dovrà passare dalla Q1, avendo chiuso 11°.

A completare la top 5 c'è la prima delle Honda, con Takaaki Nakagami che ha fatto un balzo importante rispetto a ieri, riducendo a 191 millesimi il suo gap dalla vetta. Per la Casa giapponese bisogna segnalare però anche lo stop di Pol Espargaro: il dolore al costato, conseguenza di un incidente in Germania, era ancora troppo forte per proseguire il weekend.

Leggi anche:

Anche se ha piazzato ben cinque moto nella Q2, in questo momento la Ducati sembra un pochettino l'anello debole tra i più veloci. La migliore delle Desmosedici GP è stata la GP21 di Marco Bezzecchi, che ha firmato un buonissimo sesto tempo a poco più di due decimi. Solo settimo invece Pecco Bagnaia, che sembra faticare soprattutto nel T1 e nel T2, mostrandosi invece all'altezza dei migliori nella seconda parte della pista.

Il quadro dei dieci qualificati alla Q2 si completa poi con Jack Miller, Jorge Martin, alle prese con un'infezione alla mano operata un paio di settimane fa, e Johann Zarco, rimasto dentro per un soffio nonostante nel finale sia incappato in una scivolata ad alta velocità alla curva 7.

Purtroppo le scivolate le hanno pagate a carissimo prezzo i piloti di casa nostra, perché sono ben quattro quelli che sono finiti ruote all'aria e quindi saranno costretti a passare dalla Q1: Fabio Di Giannantonio ha chiuso 12° dopo essere scivolato alla curva 5. Più rischiosa invece la caduta di Franco Morbidelli, 14°, perché avvenuta alla velocissima curva 15.

A terra poi ci sono finiti anche Luca Marini ed Enea Bastianini, rispettivamente alla curva 8 ed alla curva 7. Il portacolori del Gresini Racing poi non è stato particolarmente fortunato, perché quando è tornato in pista ha trovato bandiere gialle praticamente ovunque e quindi per lui è stato impossibile migliorare la sua 17° posizione, proprio alle spalle del portacolori della Mooney VR46.

Non sono caduti, ma passaranno comunque dalla Q1 anche la wild card Aprilia Lorenzo Savadori ed Andrea Dovizioso, che hanno chiuso rispettivamente in 18° e 19° posizione. Se la dovranno vedere anche con l'intero contingente KTM, visto che la Casa austriaca ha vissuto un'altra mattinata difficile: la migliore delle RC16 infatti è quella di Brad Binder solamente in 13° piazza, con un ritardo di oltre otto decimi.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Aleix Espargaró Villà
Aprilia 19 1'32.164 177.414
2 France Fabio Quartararo
Yamaha 22 1'32.205 0.041 0.041 177.410
3 Spain Alejandro Álex Rins Navarro
Suzuki 20 1'32.320 0.156 0.115 177.114
4 Japan Takaaki Nakagami
Honda 21 1'32.355 0.191 0.035 177.047
5 Italy Marco Bezzecchi
Ducati 20 1'32.382 0.218 0.027 176.995
6 Italy Francesco Bagnaia
Ducati 20 1'32.440 0.276 0.058 176.884
7 Spain Maverick Ruiz Viñales
Aprilia 22 1'32.487 0.323 0.047 177.304
8 Spain Jorge Martin
Ducati 21 1'32.592 0.428 0.105 176.594
9 France Johann Zarco
Ducati 18 1'32.726 0.562 0.134 176.338
10 Australia Jack Peter Miller
Ducati 19 1'32.878 0.714 0.152 176.760
11 Spain Joan Mir Mayrata
Suzuki 20 1'32.962 0.798 0.084 175.989
12 Italy Fabio Di Giannantonio
Ducati 17 1'32.999 0.835 0.037 175.821
13 Italy Franco Morbidelli
Yamaha 16 1'33.036 0.872 0.037 175.751
14 South Africa Brad Binder
KTM 18 1'33.128 0.964 0.092 175.808
15 Portugal Miguel Ângelo Falcão de Oliveira
KTM 19 1'33.148 0.984 0.020 175.540
16 Italy Luca Marini
Ducati 14 1'33.177 1.013 0.029 175.485
17 Italy Enea Bastianini
Ducati 15 1'33.261 1.097 0.084 175.327
18 Italy Lorenzo Savadori
Aprilia 21 1'33.281 1.117 0.020 175.289
19 Italy Andrea Dovizioso
Yamaha 23 1'33.346 1.182 0.065 175.167
20 Spain Alex Marquez
Honda 20 1'33.605 1.441 0.259 175.013
21 Australia Remy Gardner
KTM 19 1'33.639 1.475 0.034 174.619
22 Germany Stefan Bradl
Honda 19 1'34.180 2.016 0.541 173.616
23 Spain Raul Fernandez
KTM 19 1'34.623 2.459 0.443 172.803
24 South Africa Darryn Binder
Yamaha 19 1'34.957 2.793 0.334 172.195
Spain Pol Espargaró Villà
Honda 0
condividi
commenti
MotoGP | Pol Espargaro non ce la fa: il GP d'Olanda finisce qui
Articolo precedente

MotoGP | Pol Espargaro non ce la fa: il GP d'Olanda finisce qui

Articolo successivo

LIVE MotoGP | Gran Premio d'Olanda, Libere 4 e Qualifiche

LIVE MotoGP | Gran Premio d'Olanda, Libere 4 e Qualifiche