Assen, Libere 2: Pedrosa-Marquez, riscossa Honda!

Assen, Libere 2: Pedrosa-Marquez, riscossa Honda!

In tanti scendono sotto il record della pista. Bene Rossi terzo, mentre Lorenzo è sesto, ma per millesimi

Gli occhi sono tutti puntati sul duello tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, ma la seconda sessione di prove libere del Gp d'Olanda di MotoGp ha visto la grande riscossa delle Honda, con Dani Pedrosa e Marc Marquez che hanno monopolizzato le prime due posizioni, polverizzando anche il primato del tracciato di Assen.

Ad impressionare è stata la facilità con cui il campione del mondo in carica, che ha deciso di insistere sul telaio 2014 della RC213V, sia sceso subito sull'1'33"5. Con il passare dei minuti però hanno iniziato a farsi sotto anche gli avversari e nel finale è stato proprio il suo compagno di squadra a soffiargli la vetta con uno strepitoso 1'33"450, che lo ha relegato a 139 millesimi di distanza.

In terza posizione c'è un Valentino Rossi che ha ribadito di trovarsi particolarmente a suo agio con il nuovo telaio portato dalla Yamaha, anche se comunque per ora ha tenuto nel suo box anche un esemplare di quello vecchio, a differenza di Jorge Lorenzo che a cavallo tra le due sessioni ha sostituito anche l'altro. Il maiorchino è solamente sesto, ma il gap tra lui e il "Dottore" è di soli 89 millesimi ed entrambi sono a meno di tre decimi dalla vetta.

Tra i due mattatori della classifica iridata si sono inseriti Andrea Iannone e Cal Crutchlow. Il ducatista per scalare la classifica ha dovuto però fare ricorso alla gomma soft, mentre il britannico ha potuto sfruttare la scia di Marquez. Continua a faticare ancora un pochino Andrea Dovizioso, settimo a meno di quattro decimi, ma pure lui con la soft.

Se non altro le due GP15 sono riuscite a saltare davanti alle Suzuki in questa FP2, visto che Aleix Espargaro e Maverick Vinales si sono piazzati all'ottavo ed al decimo posto, con il più esperto dei due che ha ridotto a soli quattro decimi il gap da Pedrosa. Il quadro dei piloti che avrebbero accesso diretto alla Q2 si completa con il nono tempo della Ducati Pramac di Danilo Petrucci. Una prestazione importante per l'italiano se si pensa che per domani potrebbe esserci rischio pioggia.

Per ora quindi restano fuori dalla top ten le due Yamaha Tech 3 di Pol Espargaro e Bradley Smith, rispettivamente 11esima e 13esima con la Ducati Pramac di Yonny Hernandez tra di loro. 14esima poi c'è la Honda Marc VDS di Scott Redding, davanti ad uno Stefan Bradl che quindi è stato nuovamente il più rapido tra le "Open" con la Forward Yamaha. Sempre 20esima ed in coda, infine, le due Aprilia RS-GP di Alvaro Bautista e Marco Melandri.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie