Mea culpa di Dovizioso: "E' mancato il giro giusto"

Mea culpa di Dovizioso: "E' mancato il giro giusto"

Il ducatista paga meno di mezzo secondo, ma scatterà decimo e Assen non è la pista migliore per le rimonte

Dopo un grande avvio stagionale, Andrea Dovizioso sta attraversando un momento non troppo brillante. Reduce da due ritiri consecutivi al Mugello e a Barcellona, domani ad Assen inizierà il Gp d'Olanda solamente dal decimo posto in griglia, ovvero dalla quarta fila.

"Desmodovi" però non ha problemi a prendersi le sue responsabilità, perché al termine della Q2 ha spiegato che la sua Ducati GP15, sulla quale oggi ha debuttato un nuovo telaio, era competitiva e che è stato lui a non riuscire insieme il giro giusto per fare meglio. Un bel problema quando tutti sono vicini come oggi: basta pensare che pur essendo solo decimo, il forlivese paga appena 485 sul poleman Valentino Rossi.

"E' davvero un peccato il mio risultato in qualifica perché mi sentivo bene, le prestazioni erano buone e avevo sicuramente la possibilità di fare meglio. Non sono stato bravo a mettere tutti i migliori intermedi in fila nello stesso giro e questo ci è costato caro. Ci sono piste come questa dove siamo tutti attaccati e basta un nulla per trovarsi dietro" ha detto a caldo Andrea.

Quello olandese poi è un tracciato su cui non è facile sorpassare, ma Dovizioso proverà comunque ad andare all'attacco: "Sarebbe stato molto importante partire più avanti, perché su questo tracciato non si riesce a guadagnare più di tanto in partenza e non vi è nemmeno un rettilineo molto lungo dove poter sorpassare. Peccato davvero, ma purtroppo oggi è andata cosi. A questo punto cercherò comunque di fare una buona partenza domani, per provare a recuperare più posizioni possibile".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso
Articolo di tipo Ultime notizie