Aleix Espargaro potrebbe rischiare la gomma soft

condividi
commenti
Aleix Espargaro potrebbe rischiare la gomma soft
Di: Matteo Nugnes
26 giu 2015, 16:47

La Suzuki stupisce ancora in prima fila e lo spagnolo per la gara sembra confidare nella morbida al posteriore

La grande sorpresa delle qualifiche del Gp d'Olanda è senza dubbio la presenza in prima fila della Suzuki GSX-RR di Aleix Espargaro. Dopo aver mancato l'accesso diretto alla Q2, probabilmente neanche il pilota spagnolo avrebbe scommesso un suo secondo tempo, ma ancora una volta è riuscito a dimostrare tutto il suo talento nel giro secco, chiudendo ad appena un paio di decimi dalla pole da record di Valentino Rossi.

Un risultato insperato fino a questa mattina, anche perché il weekend era iniziato piuttosto in salita per lui: "Abbiamo dovuto lavorare molto di più rispetto a Barcellona. Là eravamo stati sempre nei primi due o tre fin dalle prime sessioni, mentre oggi mi sono ritrovato addirittura in Q1: nella MotoGp di oggi non puoi sbagliare davvero niente perché il livello è troppo alto. Nella prima sessione di ieri non mi trovavo affatto bene con la moto, quindi sono molto contento perché migliorare così tanto nell'ambito di un weekend di gara non è per niente facile. Oggi pomeriggio però sono riuscito a fare il secondo tempo, con un tempo quasi da record della pista, quindi è spettacolare".

Le modifiche apportate alla GSX-RR nei test di Aragon qui non hanno dato i frutti sperati, quindi Aleix è tornato alla configurazione con cui aveva fatto la pole due settimane fa a Barcellona: "La settimana scorsa abbiamo avuto due giorni di test positivi ad Aragon, quindi qui abbiamo iniziato con lo stesso set-up, ma non è andato come avremmo sperato: avevo molto chattering e la moto non girava come avrei voluto. Questa mattina quindi siamo tornati all'assetto di Barcellona e le cose hanno iniziato ad andare meglio. In qualifica poi sono riuscito a trovare un giro davvero al limite, quasi perfetto".

Per domani poi potrebbe anche riservare una sopresa interessante, perché nel box della Casa di Hamamatsu non negano che ci sia la possibilità di rischiare la gomma soft al posteriore: "In effetti sono riuscito a fare 23 giri con la stessa gomma soft e all'ultimo ho fatto 1'34"0. Su questa pista ha un calo di prestazione davvero minimo: quando ho visto quel tempo davvero non ci credevo".

Prossimo articolo MotoGP
Mea culpa di Dovizioso: "E' mancato il giro giusto"

Previous article

Mea culpa di Dovizioso: "E' mancato il giro giusto"

Next article

Marquez: "Domani ci vorrebbe un ritorno sul podio"

Marquez: "Domani ci vorrebbe un ritorno sul podio"

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Aleix Espargaro
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie