Albesiano: "Nel 2015 le gare saranno un laboratorio"

La prossima stagione servirà all'Aprilia per testare soluzioni che poi andranno sulla moto nuova nel 2016

Albesiano:

Sarà un inverno particolare quello che attende l'Aprilia. Dopo diverse stagioni sempre al vertice nel Mondiale Superbike, la Casa di Noale ha deciso di anticipare di un anno il suo ritorno sulla scena della MotoGp. Dunque, in vista c'è una stagione di apprendistato con la classe regina, che verrà affrontata con una versione riadattata della RSV4 che ha vinto tanto in SBK, in attesa che nel 2016 nel box del Team Gresini, struttura che gestirà le moto ufficiali, arriva una moto completamente nuova.

Romano Albesiano, responsabile corse del Gruppo Piaggio, però sembra molto motivato in vista di questa sfida. Anzi, parlando con la Gazzetta dello Sport ha lasciato intendere che le prime uscite di questa moto "ibrida" forse sono andate anche oltre le aspettative.

"La moto è nata bene e non ha presentato alcun problema di base. Reagisce bene e con sincerità alle regolazioni e ai vari settaggi. Naturalmente è tutta da sviluppare, ma fin dai primi giri a Valencia ha mostrato un grandissimo potenziale di crescita. A Jerez abbiamo avuto ottimi riscontri anche dal nuovo motore con valvole pneumatiche, abbiamo tanta potenza e ora siamo al lavoro per migliorarne la gestione. Alvaro Bautista conosce bene le gomme Bridgestone e sta già andando bene, Marco Melandri dopo 4 anni di SBK deve recuperare gli automatismi" ha detto Albesiano.

E queste prime difficoltà del pilota ravennate non sembrano preoccuparlo particolarmente, perché è convinto che sarà pronto quando inizierà il campionato: "A Jerez ha già ridotto il divario da Bautista. Sarà a pieno regime il 29 marzo in Qatar. Ma sta già fornendo preziose indicazioni".

Sulla moto che verrà poi ha aggiunto: "Sarà una quattro cilindri a V stretta, come da tradizione vincente di Aprilia, ottimizzata in ogni componente per combattere ad armi pari con i prototipi dei concorrenti. Per adesso la chiamiamo MotoGp 2016. Andremo in pista nella seconda metà del 2015".

Appunto, davanti però c'è ancora la stagione 2015 da affrontare e questa sarà come un lungo collaudo: "Il 2015 doveva essere una stagione di soli test, ma abbiamo deciso di anticipare i tempi per lavorare nel "laboratorio in gara". Sarà una straordinaria esperienza per mettere a punto le soluzioni meccaniche ed elettroniche che andranno sul progetto 2016. Siamo convinti che solo il confronto in pista può darci l'esatta misura del nostro valore e dei nostri progressi".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Marco Melandri , Alvaro Bautista
Articolo di tipo Ultime notizie