Ad Austin ci sono almeno tre decelerazioni brusche

Ad Austin ci sono almeno tre decelerazioni brusche

La Brembo sottolinea soprattutto la prima staccata dopo il traguardo, nella quale si passa da 310 a 65 km/h

Il circuito di Austin, che ospita il secondo round stagionale, è da considerarsi mediamente impegnativo per gli impianti frenanti delle MotoGp. Sono almeno tre, infatti, le staccate caratterizzate da decelerazioni estremamente brusche.

Degna di nota soprattutto la prima staccata dopo il traguardo, dove le moto passano da circa 310 km/h a circa 65 km/h in circa 200 metri, e la curva T12 caratterizzata da uno spazio di frenata superiore ai 330 metri.

In allegato trovate i dati della Brembo, relativi alle staccate più impegnative del tracciato texano, che nelle prime due edizioni del Gp è stato il regno indiscusso di Marc Marquez.

I dati Brembo relativi alle staccate di Austin

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie