A Barcellona debutta il nuovo motore della Suzuki

A Barcellona debutta il nuovo motore della Suzuki

Al Mugello intanto Vinales ha colto il suo miglior risultato, mentre Espargaro è finito ko per un contatto

Quella del Mugello è stata una gara dai due volti per la Suzuki. Se da una parte Maverick Vinales ha continuato a mostrare dei progressi importanti in sella alla GSX-RR, ottenendo un settimo posto che gli è valso il miglior risultato da quando calca la scena della MotoGp, dall'altra Aleix Espargaro è finito ko dopo appena un paio di giri a causa di un contatto alla San Donato con Danilo Petrucci. Una caduta che fortunatamente si è risolta senza ulteriori danni al pollice operato un paio di settimane fa.

Mastica amaro il più esperto dei due, che in qualifica era riuscito ad ottenere a sorpresa un posto in seconda fila: "Non c'è niente di buono da dire. Era appena l'inizio della gara e sono stato colpito. E' un peccato, Petrucci ha fatto un errore e mi ha impedito di continuare la corsa. Ho lottato con il dolore tutto il weekend, ma avevamo trovato un buon set-up e quindi mi sentivo ottimista".

"Ultimamente devo dire che siamo stati abbastanza sfortunati, ma spero che la ruota possa girare a Barcellona, che è la mia gara di casa, quindi ci tengo a conquistare un risultato positivo, non solo per me, ma anche per la squadra e per la Suzuki, che mi stanno sostenendo tantissimo" ha aggiunto Aleix.

Chiaramente soddisfatto invece Maverick: "Questo è il mio miglior risultato stagionale e non posso che essere soddisfatto. Sono felice per la gara, ma più in generale per l'intero weekend: sono entrato direttamente in Q2 e nel Gp avevo un buon ritmo, perché abbiamo trovato un set-up con cui ho più fiducia sulla moto. Credo che quando avremo un pochino di potenza in più potremo puntare anche al quinto o al sesto posto. Sarebbe bello a Barcellona, che è la mia gara di casa".

La cosa migliore è che le sue preghiere potrebbero essere esaudite, perché sul tracciato catalano esordirà il nuovo propulsore della GSX-RR. Stando alle indicazioni che arrivano dal Giappone, le prime uscite con i collaudatori hanno mostrato un passo avanti importante dal punto di vista della potenza, o almeno questo è quello che raccontava Aleix nel debrief di sabato, dopo le qualifiche.

Chiaramente si tratterà però di andare a vedere se questo magari possa inficiare le ottime doti di guidabilità della moto della Casa di Hamamatsu o se porterà solamente dei vantaggi, permettendo di chiudere il gap di velocità massima con la concorrenza.

Foto: Ciabatti

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Aleix Espargaro , Maverick Viñales
Articolo di tipo Ultime notizie