MotoGP
13 set
-
15 set
Evento concluso
20 set
-
22 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
2 giorni

MotoGP 2020: ecco alcune novità e limitazioni tecniche

condividi
commenti
MotoGP 2020: ecco alcune novità e limitazioni tecniche
Di:
17 set 2019, 16:22

La Grand Prix Commission ha deliberato a Misano le modifiche al regolamento tecnico e sportivo di tutte e tre le classi del mondiale, che entreranno in vigore a partire dal 1 gennaio 2020.

La stagione 2019 è nel vivo e si avvia verso l’assegnazione dei titoli, ma si pensa già al 2020, anno in cui verranno introdotte alcune novità e limitazioni tecniche. La Grand Prix Commission si è riunita a Misano e ha deliberato tutte le modifiche che vedranno la luce il prossimo anno e che riguarderanno tutte e tre le classi del mondiale.

Per quanto riguarda il regolamento tecnico, salta subito all’occhio la modifica del CAN layout in MotoGP. La piattaforma, che era stata unificata per il 2019, cambierà e sarà così possibile introdurre nei dispositivi X2 Racelink Pro. Questa verrà installata su tutte le moto della classe regina e sarà rafforzata da sistemi elettrici. Per farlo avrà bisogno di GPS specifici che andranno installati sulle moto e verrà in questo modo migliorato il sistema di GPS per la Commissione Gara, che in tempo reale comunicherà le informazioni sui dispositivi della pit board. Rivoluzione tecnica anche per la classe più leggera del mondiale, dal 1 gennaio 2020 infatti non sarà consentito l’utilizzo di porcelloni in carbonio, che comunque non viene utilizzato da nessuna moto attualmente.

Parlando invece del regolamento sportivo, Moto2 e Moto3 avranno delle restrizioni per i test, che a partire dal prossimo anno avranno dei criteri specifici. Si avranno due test ufficiali, da tre giorni ciascuno, tra il 1 febbraio ed il primo evento della stagione. Inoltre si potranno disputare dei test privati di due giorni durante la stagione, sulla pista accordata con le squadre e sei giorni di test privati per i piloti in uno dei tracciati europei o di altri paesi, sempre accordati con le squadre. Infine ogni pilota disporrà di sei giorni di test privati tra l’ultimo evento della stagione ed il 30 novembre, mentre in passato questo tipo di test aveva un periodo di tempo illimitato.

Articolo successivo
Clamoroso: KTM appieda Zarco con effetto immediato!

Articolo precedente

Clamoroso: KTM appieda Zarco con effetto immediato!

Articolo successivo

La Yamaha prosegue la sua ristrutturazione interna

La Yamaha prosegue la sua ristrutturazione interna
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Autore Lorenza D'Adderio