Bis di Kallio a Le Mans davanti ad un super Corsi

Bis di Kallio a Le Mans davanti ad un super Corsi

Simone comanda per quasi tutta la gara e cede solo nel finale al finlandese, che riapre il Mondiale

Mika Kallio conquista la sua seconda vittoria consecutiva a Le Mans, ma la gara francese ha restituito un italiano sul podio della Moto2, con uno strepitoso Simone Corsi che si è guadagnato la piazza d'onore con la Kalex del Forward Racing, ritornando a respirare l'aria della premiazione a tanti mesi di distanza dall'altro secondo posto che conquistò lo scorso anno al Sachesenring. Simone è stato uno dei grandi protagonisti della corsa, portandosi al comando fin dalle primissime fasi e facendo la selezione insieme a Kallio e a Luis Salom. Questo terzetto si è infatti costruito subito un margine di circa un secondo mezzo nei confronti dell'altro gruppetto composto da Esteve Rabat, Maverick Vinales e Jonas Folger. Con il passare dei giri gli inseguitori hanno iniziato a rifarsi sotto e quando il gruppo di testa si è allargato a sei moto, ad otto giri dal termine, Kallio ha rotto gli indugi superando l'italiano alla Chicane Dunlop. Una volta in testa, il finlandese ha immediatamente preso il largo, involandosi verso il suo 15esimo successo in carriera (eguagliato Jarno Saarinen), che vale tanto anche in ottica campionato. Corsi, infatti, ha poi vestito i panni del suo alleato, riuscendo a tenersi dietro fino alla fine Tito Rabat e permettendo al portacolori della Marc VDS di recuperare ben 9 punti nei confronti del compagno di squadra, che ora lo precede solo di 7 lunghezze. Ai piedi del podio si è poi piazzato Vinales, che ha vinto nuovamente il derby interno al team Pons con Salom: probabilmente quest'ultimo ha chiesto troppo alle sue gomme per stare attaccato ai primi due e poi lo ha pagato calando nel finale. Dopo la pole di ieri, ha un po' deluso invece Folger, che non ha mai avuto il ritmo dei migliori. Va segnalato comunque che ci sono ben sei Kalex nelle prime sei posizioni (quella di Corsi però è la versione 2013). Il quadro delle prime posizioni si completa poi con Dominique Aegerter, Thomas Luthi, Sam Lowes, ma soprattutto Franco Morbidelli, che ha conquistato così il suo primo piazzamento nella top ten da quando ha esordito in Moto2. Finalmente vede il traguardo anche Lorenzo Baldassarri, 20esimo nonostante fosse in condizioni fisiche molto precarie con la frattura al calcagno rimediata ieri. Ritirati invece Mattia Pasini ed Alex De Angelis: il riminese è stato tirato giù da Ricky Cardus, che aveva tentato un attacco avventato alla Chicane Dunlop. Ha fatto tutto da solo invece il sammarinese, scivolato alla curva 11 con la Suter della Tasca Racing.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Mika Kallio , Tito Rabat , Simone Corsi
Articolo di tipo Ultime notizie