Stoner si diverte sulla Honda, ma per ora non torna

Stoner si diverte sulla Honda, ma per ora non torna

Oggi Casey ha completato 47 giri a Motegi e a fine giornata ha allontanato le voci di possibili wild card

Dopo che l'arrivo della pioggia gli ha impedito di completare più di 6 giri nella giornata di ieri, oggi Casey Stoner si è goduto al massimo il suo ritorno in sella ad una MotoGp a nove mesi dal ritiro dalla classe regina. Il pilota australiano è infatti riuscito quasi a completare l'intero programma che la Honda aveva organizzato per lui, provando sia la versione attuale che quella 2014 della RC213V e mettendo insieme un totale di 47 tornate del tracciato giapponese di Motegi. "Fortunatamente il tempo è migliorato parecchio, oggi faceva caldissimo e abbian potato lavorare sul nostro programma di test. È stata una giornata produttiva, fortunatamente il piano non era eccessivamente ampio quindi siamo riusciti a portare a termine gran parte del lavoro" ha detto il due volte campione del mondo. L'australiano poi ha ribadito di essersi divertito, ma di non avere delle wild card tra i suoi programmi a breve termine: "Tornare su questa moto nove mesi dopo è stata una grande soddisfazione e sono contento di come è andato il test, ma questo non cambia le cose riguardo a possibili wild card, non è una cosa che ho in mente di fare". In compenso Shuei Nakamoto, ovvero il vice-presidente della HRC, ha rivelato che questo test non sarà un fatto isolato per Casey, che presto tornerà in sella per altri collaudi: "In questi due giorni Casey ci ha dato parecchie idee per lo sviluppo della moto. Di conseguenza speriamo di poter aumentare il nostro ritmo di sviluppo con la speranza di portare anni di vittorie nel campionato. Ci siamo concentrati solo sulla RC213V, ma ci saranno altri test per Casey per la MotoGp Production bike".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie