Valentino: "In Yamaha sarò il numero 2 di Lorenzo"

Il "Dottore" è anche curioso di vedere cosa combinerà Dovizioso in sella alla Ducati

Valentino:
Ormai mancano un paio di settimane, poi per Valentino Rossi arriverà una sorta di momento della verità: a Valencia, subito dopo il Gp conclusivo della stagione, inizierà la sua nuova avventura in Yamaha con i test collettivi che andranno in scena sul tracciato spagnolo. L'attesa è tanta da parte dei tifosi, ma probabilmente anche da parte del pesarese: bisogna infatti capire se le difficoltà vissute nell'ultimo bienno sono tutte da imputare ad una Ducati scorbutica e poco competitiva o se forse anche il "Dottore" ha un po' perso lo smalto di un tempo. E in quest'ottica non ci può essere nulla di meglio che un confronto ad armi pari con il campione del mondo in carica. Nelle sue dichiarazioni comunque Valentino continua a mantenere un profilo piuttosto basso: "Lorenzo sta andando fortissimo ed il sarò come Marquez con Pedrosa, il numero 2 e questo potrebbe essere un vantaggio, nel senso che non ho nulla da perdere: se arriverò davanti a Jorge, sarà quasi una sorpresa" ha detto alla Gazzetta dello Sport. Rossi poi ci ha tenuto anche a precisare che, risultati a parte, anche quella ducatista è stata una bella esperienza: "Sono stato benissimo, ho incontrato persone eccezionali: sono mancati solamente i risultati". E ora c'è la curiosità di vedere cosa sarà in grado di fare Andrea Dovizioso in sella alla Desmosedici, anche se Vale sembra quasi avere più aspettative su Andrea Iannone: "Dovi è un pilota forte e di esperienza, ma ha sempre guidato Honda e Yamaha: sotto questo aspetto, potrebbe essere avvantaggiato Iannone, che non ha mai provato una MotoGp giapponese".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie