Rossi: "Senza caduta potevo partire in seconda fila"

Nell'incidente Valentino ha danneggiato la moto prescelta per fare il tempo

Rossi:
Dopo un fine settimana di prove molto positivo, una scivolata di poco conto alla curva numero otto ha condizionato il risultato delle qualifiche di Valentino Rossi a Jerez. Terzo venerdì e sesto nelle libere del sabato mattina, l’italiano dovrà infatti accontentarsi di partire dalla dodicesima casella dello schieramento da dove cercherà comunque di sfruttare il buon lavoro fatto durante il fine settimana sul set up della GP11. La moto coinvolta nella scivolata era infatti quella scelta da Rossi tra due set up piuttosto diversi e, con la seconda moto, non è riuscito a migliorare. Il suo compagno di squadra, oggi undicesimo, domani lo affiancherà sullo schieramento. Hayden ha fatto una buona sessione questa mattina ma in qualifica, con la gomma morbida, non è riuscito a migliorare il suo tempo come si aspettava. Nicky Hayden:Undicesimo non è esattamente il risultato ideale. Questa mattina abbiamo fatto un buon passo in avanti nella messa a punto e abbiamo girato bene. Nel pomeriggio, tuttavia, il vento mi ha infastidito molto e ho abbassato il tempo troppo poco per fare una buona qualifica. Non sono soddisfatto della mia prestazione e non voglio cercare scuse. La combinazione pilota-moto oggi non è stata abbastanza buona ma in gara può succedere di tutto. Le previsioni meteo sono molto incerte quindi staremo a vedere come si mette”. Valentino Rossi:Purtroppo questa caduta non ci voleva perché stavo andando piuttosto bene con la moto giusta, quella che mi piaceva di più e che avrei usato dopo per fare il tempo con la gomma morbida. Ho dovuto girare con l’altra, che era molto diversa, un esperimento che purtroppo non ci ha favorito. Non la sentivo bene e sono stato più lento di questa mattina. Normalmente in qualifica si preparano due moto molto simili ma noi volevamo fare questa prova e ci è andata male. Peccato, se dovevo fare un errore è stato proprio il momento sbagliato perché altrimenti la seconda fila era alla nostra portata, potevamo stare con Simoncelli, Spies, Dovizioso, che hanno il nostro passo. I primi tre vanno un po’ più forte ma non sono così lontani come erano in Qatar. La pista mi piace e il nostro passo non è male: vediamo quanto possiamo recuperare se riusciamo a fare una buona partenza”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag crash test