Valentino: "Ora abbiamo un piano di sviluppo"

Novità anche di ciclistica dopo il Mugello. Sul rinnovo Pedrosa-Honda: "Tanto non ci sarei andato"

Valentino:
Ieri non è stato tra gli invitati alla conferenza stampa del Gp di Germania, al Sachesenring, ma quando è arrivato davanti ai giornalisti Valentino Rossi non è stato assolutamente avaro. Anzi, ha dato parecchio materiale su cui lavorare. Per prima cosa, il "Dottore" ha commentato le voci che vogliono come imminente il rinnovo tra Dani Pedrosa e la Honda, una firma che gli sbarrerebbe definitivamente la strada verso la HRC. Cosa che comunque a quanto pare il pesarese dava per scontata. "Pedrosa ha detto che qui o al Mugello rinnoverà con la Honda HRC? Sapevo che la squadra Repsol sarebbe stata Pedrosa-Marquez: nulla di fatto, tanto non ci sarei andato" ha detto alla Gazzetta dello Sport. Più che il mercato, a Valentino in questo momento sembra interessante il futuro immediato. Infatti, ha spiegato che dopo il mugello un piano serrato di lavoro attende gli uomini della Ducati. L'obiettivo dei test in Toscana non sarà tanto il famigerato nuovo motore, quanto alcune novità di ciclistica. "Non siamo riusciti a progredire, ma ora abbiamo un piano di sviluppo per la seconda parte della stagione: nei test dopo il Gp del Mugello proveremo diverse soluzioni di ciclistica, con una nuova distribuzione dei pesi per migliorare il comportamento della Ducati. L’ideale sarebbe provare anche il nuovo motore che potremmo introdurre nel Gp degli Usa, ma non so se sarà pronto in tempo" ha detto Rossi. "Il motore comunque mi preoccupa meno della ciclistica: sarebbe meglio provarlo, ma basterebbero due giri di Franco Battaini per avere un’idea del potenziale. Altre cose potrebbero arrivare durante la pausa estiva del Mondiale" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie